Cronaca, Archivio notizie

Ostetricia. Limitare i cesarei grazie a nuove tecniche

 

Clicca sulla foto e guarda il video

ORVIETO – Rendere il parto il più naturale e il più sicuro possibile, limitando il numero dei cesarei anche grazie all’impiego di nuove tecniche. E’ l’impegno che il reparto di Ostetricia del presidio di Orvieto, diretto dal dottor Riccardo Morelli assume, d’intesa con la direzione generale, per offrire un servizio sempre più a misura di mamma e di bambino.

Dei 470 parti del 2011 circa un 30% ad Orvieto sono stati dei cesarei. Una percentuale che si vuol far scendere ad un 25% per avvicinarsi gradualmente ai valori raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità. Come? Valorizzando tecniche già conosciute come il parto in acqua, ad esempio, ma soprattutto impiegando nuove tecniche.

Se ne avrà un’anteprima oggi a palazzo Coelli al convegno “Nascere nel terzo millennio, attualità e dibattiti di condotta ostetrica”, promosso dal dottor Riccardo Morelli nell’ambito dei “Venerdì orvietani di aggiornamento”.

Interverranno esperti di alto livello come il ginecologo e storico della medicina Romano Forleo, Giancarlo Di Renzo dell’Università di Perugia che presenterà il nuovo presidio odòn device che potrebbe abbattere il numero di parti cesarei e Danilo Celleno, uno dei massimi esperti italiani nel parto analgesia.

27 Aprile 2012

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Cronaca, Archivio notizie

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Aprile: 2012
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101.
Direttore Responsabile: Sara Simonetti
Editore: Elzevira di Fabio Graziani
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione