Buon viaggio Prof
Archivio notizie, Corsivi

Buon viaggio Prof

di Giorgio Santelli

Se ne è andato Ignazio Li Donni. Se io e altri amici siamo diventati giornalisti professionisti in parte lo dobbiamo a lui e a quella folle esperienza di Tutta Finanza. Un quotidiano glocal (quando eravamo solo noi a utilizzare questo termine) di politica ed economia. Nei fatti il professore era l’editore. Quotidiano nazionale edito a Orvieto, in quello che noi, giornalisti e poligrafici, definivamo “il Villone di Camorena”. Una cuoca, Rosa, che cucinava per noi a chilometro zero, la signora Gina a confortarci quando c’erano le sfuriate di Ignazio, i figli Paolo e Alessandro a farci da direttori editoriale e responsabile. Buongustaio, come i figli, con una passione per la bottarga. Quella buona! Nella villa, per noi “lavoratori” anche la piscina, per la pausa di pranzo d’estate. E per i colleghi che venivano da fuori anche l’alloggio.
E tra tutti noi, troppo amici per essere semplicemente colleghi, si lavorava bene. Le storie del prof, così come le sue sfuriate e la sua ironia sorniona, erano mitologiche. Quasi come i nostri errori nei titoli in prima che lo rendevano estremamente irascibile. Era un uomo di cultura. La biblioteca era grande come una scuderia. Mitologico, per molti orvietani, era anche quel Villone. Prima di conoscerlo come posto di lavoro, come sede della redazione del giornale, da fuori vantava per tutti un alone di mistero. E misterioso era anche il prof, prima di conoscerlo.
Pensava in grande, si occupava di tutto. Dalla finanza all’editoria, prodotti sanitari e parasanitari e tanto altro. Questa sua euforia e creatività imprenditoriale lo rendeva continuamente vivo e col cervello in moto. Nella vita, raccontava, anche un ruolo nell’ufficio abbonamenti Rai. La Sicilia, la sua terra, nel cuore, insieme a Koroni, in Grecia. Dopo la fine dell’esperienza di Tutta Finanza chiedeva spesso ai figli di noi. Era fiero di quella che tutti avevamo fatto dopo. Io lo ricordo in sahariana, col cappello a falde e l’immancabile mezzo toscano che chiedeva a Gina. La mattina era spesso lui a prendere la mazzetta dei giornali da Ferruccio, alla stazione, per portarla in redazione. Mi sembra di vederlo anche ora. Ignazio e Gina, lei alla guida del Pandino bianco e lui di fianco. La mattina tappa fissa lì per i giornali. Ed anche dopo l’esperienza di Tutta Finanza lo si poteva incontrare lì. E ti chiedeva come va, col solito ironico sorriso. E a chi trovava chiedeva degli altri. Alessandro e Paolo mi hanno detto che se ne è andato tranquillo, nel sonno, a casa sua. Fino all’ultimo è stato attento a quel che succedeva a Orvieto e nel mondo. Tradizione Glocal rispettata. Guardando le news, ascoltando la radio. Buon viaggio prof. E grazie.

22 Febbraio 2019

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Corsivi

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Febbraio: 2019
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  
Redazione

Orvietosì © 2012 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Cooperativa Elzevira Editore P.Iva: 01292350558 Sede presso Coop.Editoriale Elzevira, Piazza del Commercio, 35 – 0763 342360
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy