Archivio notizie, Cronaca

E’ morto Leonardo Cenci, il “guerriero” è volato in cielo

Si è spento dopo una battaglia durata più di 6 anni. Leonardo Cenci, è morto mercoledì mattina poco dopo le 10 all’ospedale di Perugia dove era ricoverato da giorni a seguito di complicanze dovute alla malattia. Aveva 46 anni e ha lottato fino all’ultimo contro un cancro incurabile non rinunciando mai a sorridere e a portare in giro la sua voglia di vivere. Ad ottobre dello scorso anno era stato ospite a Orvieto per l’iniziativa “Sport e Cancro” organizzata dall’Associazione Occ in collaborazione con la Libertas. A diffondere la notizia della sua morte è stata l’associazione Avanti Tutta.
«Il nostro Leo è volato in cielo, tra gli angeli – è apparso sulla pagina Facebook -. La sua missione sulla terra è terminata questa mattina, poco dopo le ore 10. Di questi sei anni che gli sono stati “regalati” dalla malattia non ha sprecato neanche un giorno. Con i sogni ai piedi e l’invincibilità nel suo cuore è riuscito a realizzare tanti dei suoi desideri ed il resto saranno portati a compimento perché il patrimonio umano e materiale che lui ha creato non andrà disperso.  Corri Leo in cielo, corri felice e veglia su chi, come noi, ti ha voluto sempre bene. Corri e ricordaci che dobbiamo sempre credere nei nostri sogni e nella forza dell’amore andando sempre #AvantiTutta. R.I.P. Guerriero».

Anche il Comune di Orvieto ricorda Leonardo Cenci“Siamo vicini ai familiari, ai suoi amici e a tutta la comunità sportiva e delle Onlus umbre per la sua immatura scomparsa – affermano la Vice Sindaco e Assessore allo Sport, Cristina Croce e l’Assessore alla Sanità, Roberta Cotignil’incontro con Leonardo ad Orvieto è stato recentissimo, il 4 ottobre scorso allo Stadio Muzi per l’iniziativa ‘Sport e Cancro’ promossa dall’Associazione ‘Orvieto Contro il Cancro’ con gli studenti delle Scuole Medie e degli Istituti Superiori del territorio. Un incontro per parlare ai giovani di sport, di salute, prevenzione e corretti stili di vita. Una esperienza speciale, preziosa, gioiosa e toccante in cui Leo – già provato ma determinato e pronto per nuove sfide sportive – era riuscito a trasferire in tutti i partecipanti, energia e forza vitale. Di Leonardo conserveremo sempre un bel ricordo a cui fare riferimento nell’impegno istituzionale sui temi della salute e dello sport e nel rapporto con i giovani”. 

 

 

31 Gennaio 2019

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Cronaca

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento