Archivio notizie, Cultura

“Arte e Fede … educare in Biblioteca”. Oggi “Un ragazzo di nome Wojciech” e domani “Essere e Avere”

“Arte e Fede … educare in Biblioteca”
Dopo “I Petali sotto la polvere” della biblista-scrittrice Antonella Anghinoni proseguono gli appuntamenti che Arte e Fede quest’anno ha messo in cartellone per i più piccoli. Mercoledì 6 giugno la Sezione Ragazzi della Nuova Biblioteca Pubblica di Orvieto ospiterà la presentazione del libro “Un ragazzo di nome Wojciech”, a cui seguirà un laboratorio creativo di lettura. Giovedì 7 giugno, invece, presso la Sala Eufonica della Biblioteca verrà proiettato il film “Essere e Avere” di Nicolas Philibert.

Il Festival Internazionale d’Arte e Fede, quest’anno dedicato al tema dell’educazione, ha voluto pensare anche ai più piccoli mettendo in cartellone ben tre eventi per i bambini. Alla presentazione de “I Petali sotto la polvere” della biblista-scrittrice Antonella Anghinoni di lunedì scorso seguirà domani, mercoledì 6 giugno alle ore 16.30 presso la Biblioteca Ragazzi di Orvieto la presentazione del libro dal titolo “Un ragazzo di nome Wojciec” della scrittrice-illustratrice Agnieszka Zawisza, accompagnata nella lettura e nell’animazione per bambini dall’attrice Patrizia Hartman.
“Il libro racconta la passione con cui i successori degli Apostoli continuarono a viaggiare fra tutti i popoli per diffondere il messaggio del loro Maestro, Gesù. Tra loro c’è Wojciech, Adalberto, che giunse in Polonia dalle vicine terre ceche. Egli insegnò ai popoli europei l’amore per il prossimo, perfino per i nemici. La certezza dei valori cristiani lo indusse a donare il bene supremo della sua vita, ma il sangue versato da Sant’Adalberto continua a portare frutti spirituali sempre nuovi, trasfusi anche nella vita civile. Tutti i bambini, attraverso le vite dei Santi, possono scoprire il coraggio delle loro gesta e tornare alle radici della storia dei Popoli.”
Agnieszka Zawisza è nata a Gniezno (Polonia) nel 1978 e vive a Orvieto, in Umbria.
Illustratrice e Interior designer, ha insegnato creatività nella Kilgraston School, Scuola Materna di Perth in Scozia e in varie scuole in Italia e Polonia. Il libro è stato pubblicato da Aitia nel 2012, con il patrocinio della città di Gniezno. I libri sono stati consegnati ai bambini del primo anno delle scuole elementari nella città polacca.
Patrizia Hartman si è diplomata, come attrice, all’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio d’Amico” nel 1988. Si è specializzata al Teatro Studio di Anatolj Vassiliev (Mosca) e al Teatro Studio di Iñaki Aierra (Actor ‘Studio) Madrid. Ha lavorato in teatro, cinema e radio collaborando con vari registi tra cui: L. Melchionna, G. Sepe, G. Bertolucci, F. Crisafulli, A.Camilleri, L. Ronconi. Titolare della cattedra di recitazione cinematografica per 4 anni all’Istituto del Cinema di Madrid (Nic), continua a collaborare col Teatro Bellini di Napoli, e come regista e trainer con coreografi , danzatori, attori, musicisti e scrittori.
Si proseguirà giovedì 7 giugno alle ore 16 presso la Sala Eufonica della Nuova Biblioteca Pubblica con la proiezione del film “Essere e Avere” di Nicolas Philibert.
La pellicola ripercorre la storia di un maestro prossimo alla pensione che segue i suoi alunni per trasmettere, oltre ad un po’ di sapere generale, anche qualche insegnamento etico e civico, dal rispetto reciproco all’inutilità della violenza. Diretto da Nicolas Philibert nel 2002 il film riprende le vicende di una scuola e dell’ambiente rurale ad essa circostante nel Massiccio centrale francese nel periodo che va dal dicembre 2000 a giugno 2001. Protagonisti tredici ragazzi di età differente, dai 4 ai 13 anni, riuniti intorno alla figura di un insegnante. L’ambiente contadino e i suoi ritmi, la normale vita scolastica, i compiti a casa, i colloqui del maestro con genitori e alunni, le controversie tra piccoli e grandi ne costituiscono il tessuto narrativo, facendo di quest’opera un insolito caso di un documentario diventato un inaspettato Blockbuster. Un esperimento filmico, di intenso interesse didattico e morale, premiato, in Francia da notevole successo di pubblico e critica.
Il numero dei posti in Sala Eufonica è fino ad un massimo di 35, è quindi necessaria la prenotazione (senza la quale non sarà possibile accedere) chiamando il numero: 348.7946

6 Giugno 2012

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Cultura

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Giugno: 2012
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Elzevira di Fabio Graziani Editore.
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione