Archivio notizie, Politica, Secondarie

Odissee quotidiane dei pendolari, la consigliera Belcapo interroga il sindaco

La consigliera Donatella Belcapo (Orvieto 19to24) ha depositato un’interrogazione in Comune, a fronte dell’ennesimo disservizio nei confronti dei pendolari  avvenuto giovedì 28 novembre a conferma di una situazione non più sostenibile e di un problema che non può essere più rinviato, ma va affrontato con forza e determinazione. “Ieri (giovedì 28 novembre) l’Intercity 590 partito da Roma Tiburtina alle ore 12,40, con arrivo previsto alla stazione di Orvieto alle ore 13,45, ha inspiegabilmente saltato la fermata di Orvieto proseguendo direttamente verso Chiusi.
Oltre il danno anche la beffa: il sito che traccia i percorsi dei treni forniva l’indicazione che alla fermata di Orvieto era tutto regolare, essendo il treno arrivato e partito in orario. Molti pendolari si sono ritrovati a dover scendere alla stazione di Chiusi, hanno atteso il regionale 2311 per circa 50 minuti e finalmente sono potuti tornare ad Orvieto con due ore e dieci di ritardo. Molte persone attendevano peraltro quell’IC590 alla stazione di Orvieto e non lo hanno potuto prendere.
Il fatto rappresenta soltanto l’ultima disavventura che i pendolari del nostro territorio devono subire quasi quotidianamente tra ritardi, soppressioni, caro biglietti e condizioni di viaggio al limite della sopportazione, rendendo molto difficile la possibilità di recarsi al lavoro con puntualità e riducendo notevolmente la propria qualità di vita.
Con la nostra interrogazione vogliamo iniziare a portare questo tema in Consiglio Comunale e capire, insieme al Sindaco e tutto il Consiglio, come affrontare questo fondamentale problema, che quotidianamente ci si trova ad affrontare, per tutelare non solo i pendolari ma anche un servizio essenziale per il presente e futuro del nostro territorio”.

Il testo dell’Interrogazione:

Interrogazione: sui ritardi e i disservizi di Trenitalia nei confronti dei pendolari del nostro territorio.

PREMESSO

Che il giorno Giovedì 28 Novembre 2019 l’Intercity 590 partito da Roma Tiburtina alle ore 12,40 e con arrivo previsto alla stazione di Orvieto alle ore 13,45 inspiegabilmente non si è fermato proseguendo direttamente verso Chiusi.
Che il sito che traccia i percorsi dei treni forniva l’indicazione che alla fermata di Orvieto era tutto regolare essendo il treno arrivato e partito in orario, oltre il danno anche la beffa.
Che molti pendolari si sono ritrovati a dover scendere alla stazione di Chiusi attendendo il regionale 2311 per circa 50 minuti, per poter tornare ad Orvieto ed arrivare con due ore e dieci di ritardo.

TENUTO CONTO

Tale circostanza rappresenta soltanto l’ultima disavventura che i pendolari del nostro territorio devono subire quasi quotidianamente tra ritardi, soppressioni, caro biglietti e condizioni di viaggio al limite della sopportazione, rendendo molto difficile la possibilità di recarsi al lavoro con puntualità e riducendo notevolmente la propria qualità di vita.

SI CHIEDE AL SINDACO E ALLA GIUNTA

Quali iniziative intende mettere in campo per affrontare questo fondamentale problema a tutela dei pendolari del nostro territorio e nel rispetto degli impegni che Trenitalia quotidianamente tende a non rispettare

29 Novembre 2019

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Politica, Secondarie

Informazioni sull'autore

elzevira


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Elzevira di Fabio Graziani Editore.
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione