Archivio notizie, Sapori, Secondarie

Ci sono anche 3 ristoranti orvietani nel magazine di ristorazione “Mangiaebevi”

 

Ci sono anche 3 ristoranti del territorio orvietano – o meglio due di Baschi e 1 di Orvieto – tra i migliori cinque selezionati dal Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici “Mangiaebevi”.
Si tratta di Casa Vissani  e Ristorante Trippini. Così vengono descritti dal Megazine i tre fiori all’occhiello dell’enogastronomia che si affaccia sull’invaso del Lago di Corbara e per le vie della Rupe.

Casa Vissani
Uomo imponente, dal temperamento indomabile e, a volte, caustico, Gianfranco Vissani è, per molti, volto univoco del suo ristorante; in realtà, Casa Vissani, sulle rive del Largo di Corbara, è corpo e voce di una grande famiglia, una squadra, composta anche da Luca Vissani e Mori Shinichi, insieme ormai da una vita.
A Casa Vissani, come lo stesso Chef insignito delle 2 stelle Michelin tiene a ribadire, la materia prima è fondamentale; per questo, al rispetto per la tradizione culinaria italiana e per i prodotti del territorio, si aggiunge una ricerca continua, che punta ad ingredienti innovativi e di qualità. Dalla cucina, a vista per un desiderio di trasparenza e condivisione, escono preparazioni complesse e, spesso, ardite; ingredienti molteplici e, ad uno sguardo sbrigativo, in antitesi, vengono sapientemente combinati e proposti in menu pensati per riaccendere i sensi. Alla possibilità di scegliere à la carte – in questo caso sono quasi imperdibili i ravioli di patè di piccione e olive, piccione essiccato e purè di piselli – si somma il Three Levels, ovvero tre menu, con un numero diverso di portate, che vanno incontro alle esigenze, di appetito e non, dell’ospite.

Indirizzo: Loc. Cannitello – Baschi (TR)
Telefono: 0744 950206
casavissani.it

 

I Sette Consoli
I Sette Consoli, che si avvicina a compiere i 30 anni di attività, è per i clienti più affezionati un vero e proprio “tempio del buon mangiare” nel centro storico di Orvieto. Gestito fin dalla sua apertura negli anni ’90 da Mauro Stopponi, ex bancario, e Anna Rita Simoncini, ex casalinga, I Sette Consoli dà ai suoi ospiti la possibilità di godere o di un signorile locale interno oppure di un giardino, intimo e silenzioso, adornato di alberi da frutto e rose, che guarda verso il Duomo di Orvieto. La cucina è fortemente legata al territorio e si utilizzano, rispettandone maturità e inclinazioni, i prodotti della terra; per accompagnare, poi, i cappellacci verdi ripieni di lumache, il coscio di coniglio disossato e farcito a porchetta o il piccione con ciliegie, l’ospite ha a disposizione fino a 800 etichette diverse, vini sia di produttori locali che internazionali. I Sette Consoli, spesso elogiato per una costanza qualitativa che, negli anni, non è mai venuta meno, si distingue in definitiva per una cucina appassionata, autentica e accurata, pensata per coinvolgere e accogliere calorosamente l’ospite.

Indirizzo: Piazza Sant’Angelo, 1A – Orvieto (TR)
Telefono: 0763 343911
www.isetteconsoli.it


Trippini

Civitella del Lago, frazione del comune di Baschi, sorge in cima ad una collina che domina il lago di Corbara; popolata e florida fin dall’antichità, oltre a rappresentare, per la vicina città di Orvieto, uno strategico baluardo di difesa, era per Roma luogo ove rifornirsi di prodotti eccellenti, gli stessi che oggi ne raccontano tipicità e tradizioni. Della storia di Civitella del Lago fa indubbiamente parte anche il ristorante Trippini; quest’ultimo, infatti, nato nel 1964 come trattoria di paese, ha saputo mantenere i ritmi lenti e distesi del “ritiro incantanto” senza però perdere l’occasione di evolversi, fino a diventare riparo per l’alta cucina e l’innovazione. Gestito dal 2006 da Paolo Trippini, il ristorante punta ad esaltare i tratti più peculiari di una terra tanto carica e forte, entro cui affondare le proprie radici per poi nascere e ri-nascere a nuova vita. Per questo materie prime della tradizione, come tartufo, piccione e prodotti del bosco, vengono proposte in altra veste, dando l’opportunità all’ospite di godere, per esempio, lungo il percorso di degustazione, dei macarons alla salvia con patè di fegatini, nocciole e fave di cacao o del piccione in doppia cottura, rosato e salmì, con pancotto di olive. Tra gli imperdibili, infine, il Bosco Umbro, un vero e proprio ritratto dell’Umbria più autentica, in cui linee e colori, pur cambiando a seconda della stagionalità, danno corpo ad aromi e sapori di rara suggestione.

Indirizzo: Via Italia, 14 – Civitella del Lago (TR)
Telefono: 0744950316
www.paolotrippini.it

12 Luglio 2019

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Sapori, Secondarie

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Elzevira di Fabio Graziani Editore.
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione