Archivio notizie, Politica, Secondarie

“Adotta una rastrelliera”, la mozione non passa in consiglio

ORVIETO – Il Consiglio Comunale non ha approvato  (5 contrari; 2 favorevoli: Vergaglia, Olimpieri) la mozione presentata dalla Cons.ra Lucia Vergaglia (Capogruppo “M5s”) con la quale si impegnava il Sindaco e la Giunta a rinnovare il parco rastrelliere, aumentandole di numero e provvedendo a dotarle di uno spazio pubblicitario per il quale formulare apposito regolamento ‘Adotta una rastrelliera’ in previsione della sponsorizzazione e/o della partecipazione da parte dei privati alla posa in opera e manutenzione delle stesse in cambio di un ritorno pubblicitario esposto, in assenza del pagamento di occupazione del suolo pubblico e riduzione o cancellazione della tassazione specifica, ovvero partecipando ad un meritorio sostegno della mobilità ciclabile.

La Cons.ra Lucia Vergaglia ha illustrato le premesse dell’atto sostenendo che: “la mobilità ciclabile, nel nostro territorio e soprattutto nelle frazioni, è molto utilizzata e per la stessa si avverte la scarsità delle rastrelliere per il parcheggio in sicurezza delle bici ed oggi ancora di più, dato che quelle esistenti sono non sono adeguate alle biciclette a pedalata assistita che in molti modelli hanno le ruote più grandi. Quanto però al concetto di accoglienza in questa città degli appassionati di bicicletta, poco è stato fatto per il bike sharing né per la pista ciclabile. 
Con i suoi soli 281 km quadrati di superficie, Orvieto è uno dei comuni più estesi d’Italia e che il 12 maggio 2017 proprio ad Orvieto fu siglato il Protocollo d’intesa per lo sviluppo degli itinerari ciclabili riguardante la ‘Ciclovia del Sole’ che si sviluppa sull’asse Brennero-Bologna-Firenze-Roma, attraversando le città di Arezzo, Chiusi e Orvieto, il cui percorso collegherà il fiume Tevere e l’Arno. A tale scopo, sarebbe opportuno pubblicare sul sito del Comune, in una sezione apposita ‘Mobilità Ciclabile’, la posizione delle rastrelliere bici dove poter parcheggiare in sicurezza indicando dove e quali permettono di legare ruote e telaio, al fine di garantire maggiore sicurezza contro i furti”.

Dibattito:
Andrea Taddei (PD): “non condividiamo la mozione perché il Comune ha già acquistato rastrelliere nuove, e poi se vogliamo promuovere tale servizio questo va preso in carico in maniera diretta dall’Amministrazione Comunale prevedendo un canone di utilizzo delle biciclette. Le bici a pedalata assistita hanno le ruote assolutamente uguali alle altre, quello che cambia è la possibilità di rendere utilizzabili tali biciclette dai turisti e cittadini”.

Stefano Olimpieri (Identità e Territorio): “ho dubbi che in tanti andranno in bicicletta nel centro storico perché i saliscendi di una città come la nostra, dissuadono dal farlo, comunque voterò la mozione. Quando venne fatto il bando per la gestione del Pozzo di San Patrizio era prevista da parte di chi presentava proposte, installazione di una rastrelliera vicino alla Funicolare; cosa che è avvenuta solo dopo due anni ed il Comune non ha controllato che venissero messe biciclette normali e a pedalata assistita. Vediamo quando verranno messe le nuove rastrelliere, sicuramente prima delle elezioni”.

Replica di Vergaglia: “adottare significa da parte di operatori economici, scuole, ecc. che mettono a disposizione un bene per altri cittadini, non capisco perché tutto quello che attiene una implementazione viene preso per inutile. I ragazzini vanno in bici, e il messaggio educativo che dovrebbe essere dato loro attraverso le rastrelliere è quello di non lasciare più in terra le bici, ma di custodirle”.

13 Marzo 2019

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Politica, Secondarie

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Elzevira di Fabio Graziani Editore.
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy