Archivio notizie, Sport

Ciotti Pallavolo Orvieto in versione double-face: alla fine la spunta Cesena 3-2

di ufficio stampa Libertas Pallavolo Orvieto

Tie-break vincente a favore della Sar Elettronica Cesena: a giochi finiti, infatti, per la Ciotti Luciano Autotrasporti Libertas Pallavolo Orvieto resta il grande rammarico di non aver saputo sfruttare a dovere un vantaggio di due set a zero prima ed il successivo 13-10 durante il 5° e decisivo parziale che, come già detto, è andato nelle mani del team romagnolo (terzultimo della classe); i gialloblu registrano così, dopo quella del 23 marzo contro il forte Morciano, la seconda sconfitta casalinga consecutiva ed al contempo non riescono nell’assalto al 6° posto, una manovra che poteva attuarsi data la battuta d’arresto pomeridiana dei cugini spoletini in quel di San Marino.

Coach Fabrizio Lisei parte con Marini in cabina di regia, Belli opposto, Luca Pasquini ed Antonelli di banda, Vergoni e Petruzzo centrali e Marchetti libero, mentre dall’altro lato della rete mister Aldo Bendandi risponde con Focchi palleggiatore incrociato con Carmè, Gianluca Casadei e capitan Casali schiacciatori, Ortolani e Damassa in posto tre e Zauli libero.

Nella prima frazione si procede a strappi: vengono conseguiti break su entrambi i versanti (10-7 e 13-11 Orvieto, 15-13 e 17-15 Cesena poi 19-17 per i padroni di casa), ma in dirittura d’arrivo ci pensa Belli a regalare ai suoi un duplice set-point sul 24-22; quanto di buono, fatto sin lì, però, in un attimo svanisce perché tre errori di fila rimettono in carreggiata gli ospiti (24-25): ad ogni modo la Ciotti rialza subito la testa e grazie al muro di Vergoni concretizza l’1-0 sul 27-25.

Secondo parziale più scorrevole: gli avversari accusano il colpo arrivando a commettere svariate imprecisioni che lanciano la formazione della rupe, stavolta scesa in campo con capitan Alessandro Pasquini al palleggio (7-2,10-4 e 17-7); sul 19-11 cambio della diagonale tra le fila umbre con gli ingressi di Marini ed il giovanissimo Palmucci; sul 12-20 nuovi ingressi anche per i cesenati con l’alzatore Lucchi e Matteo Casadei a rilevare il duo titolare Focchi-Carmé; le cose tuttavia non mutano dato che Palmucci, il neo-entrato Fuganti e L. Pasquini regalano il 24-17; un pericoloso 5-0 dei romagnoli comunque, propiziato proprio dalle “forze fresche” M. Casadei e Lucchi (due blocks-in), sembra creare qualche preoccupazione (22-24), ma il seguente errore in battuta annulla tutto consegnando agli orvietani il 2-0 (25-22).

Nel terzo set è la compagine della Sar Elettronica, che nel frattempo ha rimescolato un po’ le carte in tavola spostando Carmè a martello ed il confermato M. Casadei ad opposto oltre a mantenere Lucchi alla regia, ad iniziare col turbo (9-3, 13-5, 17-8). Sebbene Fuganti, Belli, Luca Pasquini e Marini vadano a segno lo strappo non si ricuce, score fissato, quindi, da G. Casadei e compagni sul 25-18.

La quarta frazione resta praticamente in equilibrio fino al 18-17 per i colori di casa visto che poi un parziale di 7-1 proietta gli uomini di Bendandi sul 24-19; il tie-break appare imminente, ma Luca Pasquini e Belli (bravo oltre che in fase offensiva pure a conservare il turno al servizio) trascinano la propria truppa alla parità (24-24): uno sforzo alla fine vano poiché dopo aver sempre conquistato set-point Cesena chiude sul 30-28.

Nel tie-break rapidi rovesciamenti di fronte: 2-0 locale, complice anche un cartellino giallo rimediato dal gruppo cesenate, 4-2 ospite e 6-4 orvietano per mano soprattutto di Antonelli (autore pure di due aces); nonostante Petruzzo, Vergoni, L. Pasquini, ancora Antonelli e Belli continuino a macinare lunghezze (12-8), M. Casadei e Carmè rispondono presente firmando il -2 (10-12); nello scambio seguente ci pensa Petruzzo a ricacciare indietro i romagnoli (13-10) e considerati i presupposti ci si aspetta, dunque, solo l’affondo risolutivo: un epilogo, però, che non sopraggiunge con la luce a spegnersi in maniera definitiva nella metà campo orvietana e la “sempre sul pezzo” Cesena di conseguenza a festeggiare il successo sul 15-13.

Stop, dunque, su cui riflettere anche alla luce del prossimo appuntamento in trasferta (sabato 20 aprile ore 21,15) contro il fanalino di coda Fucecchio: un’ulteriore gara, infatti, da affrontare con la massima attenzione e dall’esito per nulla scontato.

 

Tabellino:

 

Ciotti Luciano Autotrasporti Libertas Pallavolo Orvieto – Sar Elettronica Cesena

2-3  (27-25; 25-22; 18-25; 28-30; 13-15)

Ciotti Luciano Autotrasporti Libertas Pallavolo Orvieto: Belli 24, Vergoni 14, L. Pasquini 11, Petruzzo 10, Antonelli 8, Marini 2, Marchetti (L), Fuganti 3, Palmucci 1, A. Pasquini (K). N.e. – Franzini, Spagnoli.  All. Fabrizio Lisei

 

Sar Elettronica Cesena: Carmè 20, G. Casadei 16, Ortolani 12, Damassa 8, Casali (K) 4, Focchi, Zauli (L), M. Casadei 18, Lucchi 3, Sirri. N.e. – Benvenuti, Maggioli.  All. Aldo Bendandi

 

Arbitri: Caterina Lobosco ed Emmanuele Cerulli

14 Aprile 2013

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Sport

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Elzevira di Fabio Graziani Editore.
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione