Archivio notizie, Politica, Secondarie

Proventi delle multe, ecco dove andranno a finire

ORVIETO – Proventi delle multe, ecco dove andranno a finire. La giunta comunale di Orvieto ha approvato la finalizzazione delle entrate derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni alle norme del codice della strada, relativamente all’anno in corso. Si tratta di destinare un fondo di 280mila euro, visto che per legge ad essere vincolato all’investimento nella sicurezza stradale è il 50% dei proventi complessivi derivanti dalle multe. Cifra che quest’anno il Comune di Orvieto stima che sarà al 31 dicembre di 560mila euro. Ecco come verranno impiegati. La metà circa (117.000 euro) saranno destinati per i sistemi di mobilità e viabilità. Poi a scalare, 62.000 saranno impiegati per la disciplina del traffico stradale, 35.000 euro per le spese per la sicurezza stradale, 31.792 per il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni. E ancora, 17.000 euro andranno al fondo previdenziale e assistenza dei vigili urbani, 10.208 euro per l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature e, infine, 7.000 saranno investiti nell’acquisto di materiali vari per gli interventi di polizia stradale. “L’amministrazione – è specificato nell’apposita delibera di Giunta – non impiegherà parte delle quote suddette per l’assunzione a tempo determinato di personale di polizia municipale”. Dalle previsioni di entrata non sembra che l’amministrazione comunale abbia intenzione di attivare gli annunciati autovelox da qui alla fine dell’anno.

16 Ottobre 2012

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Politica, Secondarie

Informazioni sull'autore


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Elzevira di Fabio Graziani Editore.
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione