Archivio notizie, Cronaca

Telecamere di sorveglianza nei giardini della Confaloniera, costante pulizia e sistemazione dei giochi per i bambini

Aderendo ad una petizione sottoscritta da 120 cittadini, la Giunta ha approvato l’atto di indirizzo proposto per la installazione di due telecamere di sorveglianza nei giardini della Confaloniera, nonché per l’effettuazione della pulizia costante degli stessi e per la sistemazione dei giochi per bambini.

“Nel mio ufficio  – afferma l’assessore all’Urbanistica e arredo urbano Leonardo Brugiotti – è pervenuta la richiesta corredata da numerose firme di cittadini che mettono in evidenza il problema increscioso dei proprietari di cani che conducono i propri animali nei giardini della Confaloniera, lasciandoli spesso liberi con la conseguenza che sporcano le aiuole e il finto manto erboso che è a corredo dell’area attrezzata adibita ai giochi dei bambini. Questi proprietari di cani, malgrado vi siano precise norme di igiene pubblica e civile convivenza da osservare, non raccolgono gli escrementi e sono ovvie le conseguenze. Dal momento che questo giardino è frequentato prevalentemente da bambini, occorre mettere un freno a questo vergognoso e incivile comportamento pertanto, l’Amministrazione comunale ha disposto l’installazione di due telecamere di sorveglianza e di un adeguato servizio di Polizia municipale come previsto negli obiettivi del dirigente del settore nonché il controllo della costante pulizia della zona. Inoltre, si provvederà alla pulizia dei giochi installati che sono stati oggetto di atti vandalici e deturpazione con scritte non consone all’utenza dei giardini”.

“E’ importante ricordare – aggiunge l’assessore – che con apposita ordinanza sindacale emessa dal Settore Vigilanza nel dicembre dello scorso anno, i possessori di cani sono richiamati all’osservanza delle più comuni norme di igiene e di convivenza civile.
Più precisamente, l’ordinanza prevede che nelle aree pubbliche o di uso pubblico: strade, banchine stradali, marciapiedi, aree destinate a parcheggio, portici, aree verdi, percorsi pedonali e/o ciclabili, aree di pertinenza di edifici pubblici, ed ogni altra area su cui hanno libero accesso i cittadini, i proprietari o comunque le persone cui sono affidati, anche temporaneamente, dei cani sono sempre tenuti a:
· utilizzare sempre il guinzaglio ad una misura non superiore a mt 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani delimitate da appositi cartelli;

· portare con sé una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali o su richiesta delle Autorità competenti;

· non affidare mai il cane a persone che non siano in grado, per età o condizioni psicofisiche, di gestirlo correttamente;

· portare sempre con sé i mezzi idonei ad asportare e contenere le deiezioni solide depositate dai cani condotti: ad esempio sacchetti impermeabili ed eventualmente guanti od una paletta;

· provvedere alla totale asportazione delle deiezioni solide depositate dai cani condotti, utilizzando i mezzi suddetti;

· esibire tali mezzi a richiesta dei competenti Organi di vigilanza.

E’ fatto divieto di gettare i contenitori delle deiezioni su suolo pubblico o privato od in bidoni o cassonetti destinati ad altra funzione.

E’ sempre vietata la presenza di cani, di qualunque taglia, presso i parchi giochi comunali attrezzati con giochi per bambini, identificati con idonea cartellonistica, e nelle aiuole fiorite.

Gli obblighi suddetti non si applicano ai non vedenti conduttori di cani guida ed alle persone con evidenti problemi di handicap sia fisico che mentale.

Gli accompagnatori sono obbligati ad adoperarsi affinché i cani non compromettano in qualsiasi modo l’integrità, il valore ed il decoro di qualsiasi area, struttura, infrastruttura o manufatto, mobile o immobile.

La non ottemperanza a tali disposizioni prevede l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria variabile da un minimo di € 100,00 ad un massimo di € 390,00 (ai sensi dell’art. 7/bis del D.Lgs.vo n. 267/00)”.

“L’inserimento del testo dell’ordinanza nella comunicazione relativa ai provvedimenti assunti dalla Giunta per i giardini della Confaloniera – conclude l’assessore Brugiotti – è finalizzato a chiarire che da tempo l’Amministrazione aveva a cuore questa problematica, per la quale oggi sempre con maggior forza si chiede la collaborazione dei cittadini che oltre ad essere amanti degli animali possano anche essere amanti della nostra città”.

30 Maggio 2012

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Cronaca

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Elzevira di Fabio Graziani Editore.
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione