Impianti sportivi di Canale nel degrado. Olimpieri chiede lumi. Moscatelli: “Entro l’anno partiranno i lavori”

“Le strutture sportive ubicate presso la realtà di Canale versano da troppo tempo in condizioni di degrado. Si tratta di una situazione che impedisce alla cittadinanza di poterne usufruire. Tale situazione soprattutto, limita molto la possibilità per i ragazzi della frazione di poter giocare e divertirsi senza doversi allontanare troppo dalle proprie abitazioni.
La questione è stata più volte sollevata in questi anni, ma ad oggi nulla di concreto è stato fatto”. Ha così esordito il consigliere Stefano Olimpieri illustrando la problematica in consiglio comunale.
 “Le motivazioni per intervenire su quella zona, che è meravigliosa e piena di verde seppure oggi sia in uno stato ad abbandono pressoché totale, sono importantissime. I giovani hanno bisogno di spazi di sfogo, ma la struttura utilizzabile anche per altre iniziative di aggregazione per tutti. E’ intenzione concreta del Comune mettere mano alla situazione ed entro l’anno partiranno i lavori di ripristino della zona”. 
E’ stata la risposta dell’assessore allo Sport, Carlo Moscatelli. Il Cons.re Stefano Olimpieri si è dichiarato “soddisfatto. Speriamo che i tempi vengano rispettati. Il nostro Comune ha molte frazioni che per essere difese, vanno riqualificate. Occorre partire dalle piccole cose come questa, per far diventare le realtà frazionali punto di aggregazione per i cittadini a partire dai giovani fino agli anziani ma anche come luoghi dove poter realizzare piccoli momenti sportivi e culturali aggreganti”.

Viale 1° Maggio, 5 - 05018 Orvieto (TR) - +39 0763 305389 / 338 5258663 - info@immobiliaretirsena.it

Ultime notizie

Cerca per data

Registrazione / Login

Jetpack Protect ha bloccato la pagina di accesso del tuo sito.

Jetpack Protect ha bloccato la pagina di accesso del tuo sito.

Il tuo indirizzo IP 46.229.168.140 è stato contrassegnato per potenziali violazioni di sicurezza. Puoi sbloccare il tuo accesso inviando a te stesso un link speciale via e-mail. Per saperne di più