Archivio notizie, Cronaca, Secondarie

Piscina inaccessibile ai disabili, il gestore dell’impianto de La Svolta chiede incontro al Comune su lavori urgenti da fare

 

Piscina inaccessibile ai disabili, quando si metterà mano al problema? Un disagio non di poco conto quello che si trovano a vivere gli utenti disabili che vogliono usufruire della piscina de La Svolta. Purtroppo, infatti, da qualche tempo a questa parte, l’apposito sollevatore non è funzionante e gli ausiliari dell’impianto natatorio ai piedi della Rupe, per ovviare al problema e rendere accessibile la piscina a tutti, aiutano chi ha bisogno ad entrare in acqua, con tutte le difficoltà del caso. La questione è stata sollevata nella seduta del consiglio comunale di giovedì 23 gennaio dal consigliere del Partito Democratico Federico Giovannini.
“Una questione, questa, che già in passato creò problemi di mal funzionamento e fu oggetto di interventi. Da un po’ di tempo il macchinario non funziona – sottolinea il consigliere – e gli ausiliari della piscina stanno aiutando i bambini ad entrare in acqua, cosa che è però complessa e problematica. So che c’è un impegno da parte del Comune nel sostituire il macchinario e che sono stati già chiesti i primi preventivi, quindi nel darne riconoscimento, auspico che il problema venga risolto rapidamente per evitare che le famiglie si debbano rivolgere ad altri impianti natatori o non mandarli affatto. Chiedo tempi certi”.
Del problema, dunque, è gia a conoscenza l’assessore allo sport Carlo Moscatelli. “Si tratta di un problema che viene lontano da almeno 7-8 anni – ha spiegato – Abbiamo preso questo impegno e nelle more del bilancio lo abbiamo inserito, perché i lavori fatti nella piscina sono andati oltre le nostre aspettative perché la vetustà della piscina è tale che già questa mattina (ieri per chi legge, ndr) il gestore della piscina ha chiesto un incontro con i nostri uffici tecnici per prendere visione dei lavori urgenti da fare e alle priorità. Nello specifico del sollevatore è nostra intenzione di dotare il prima possibile la piscina di questo sollevatore”.
Nel Decreto Ministeriale n. 236/89 è espressamente richiesto che gli ambienti destinati ad attività sportive siano accessibili. Dunque, per le piscine va garantito il requisito di accessibilità. In particolare, la progettazione deve essere attenta ai seguenti elementi: parcheggi, ingressi, percorsi, collegamenti verticali, servizi igienici, spogliatoi, accesso alla vasca; i sollevatori possono risultare utili per persone con disabilità motorie o funzionali rilevanti.

 

24 Gennaio 2020

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Cronaca, Secondarie

Informazioni sull'autore

elzevira


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Gennaio: 2020
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101.
Direttore Responsabile: Sara Simonetti
Editore: Elzevira di Fabio Graziani
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione