Archivio notizie, Cronaca, Secondarie

Armi da sparo, obbligo di adeguarsi alla nuova legge. Senza certificato medico scatta la confisca

A seguito delle modifiche introdotte con il Decreto legislativo del 10 agosto 2018, tutti i detentori di armi da sparo, compresi i collezionisti di armi comuni (non quelle antiche), che non sono in possesso di un porto d’armi valido, ogni cinque anni dovranno presentare in Questura, od alla stazione Carabinieri competente territorialmente, un certificato medico rilasciato dalla Asl o da un medico militare della Polizia di Stato e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, in stato di servizio, dal quale risulti che il richiedente non è affetto da patologie psico-fisiche incompatibili con l’utilizzo/detenzione delle armi da sparo.
L’obbligo, entrato in vigore il 14 settembre 2018, concedeva ai detentori un periodo per regolarizzare la propria posizione sino al 13 settembre 2019. Chi non avesse ancora adempiuto a tale obbligo verrà formalmente diffidato a produrre il certificato medico entro 60 giorni, pena all’adozione del provvedimento Prefettizio di “Divieto Detenzione Armi”, con il conseguente ritiro delle stesse e l’eventuale successiva confisca per la distruzione.

26 Novembre 2019

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Cronaca, Secondarie

Informazioni sull'autore

elzevira


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Elzevira di Fabio Graziani Editore.
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione