Il Cinema come diritto umano, a Orvieto si chiude con successo Human Rights International Film Festival 2018
Archivio notizie

Il Cinema come diritto umano, a Orvieto si chiude con successo Human Rights International Film Festival 2018

 

di Valentino Saccà

ORVIETO – Con in concorso 15 corti e 8 lungometraggi, fuori concorso altri 8 lunghi e un corollario artistico-culturale tra teatro, fotografia, pittura e musica, si è chiusa la 3A edizione del Festival dei Diritti Umani, dal 1 al 4 novembre, prima edizione svolta nella città di Orvieto. In questa quattro giorni di visioni, incontri e spettacoli il direttore artistico Francesco Cordio ha sottolineato più volte la mission dell’evento, ovvero quella di unire abbattendo barriere separatiste e aprire sé stessi e la propria nazione all’umanità tutta.

I temi trattati nel corso del festival sono stati svariati, dalla disabilità con il docu-film Be kind (premio al giovanissimo protagonista Nino Monteleone), al rapporto madre-figlio nell’asciutto ed essenziale Sembra mio figlio di Costanza Quatriglio, dalla figura della donna nel XX secolo in Lievito Madre di Concita De Gregorio e nell’emozionante Arrivederci Saigon di Wilma Labate, fino al tema dei rifugiati, nodo fondamentale che ha attraversato diverse opere presentate, tra cui Iuventa, sull’omonima nave O.N.G. ancora sotto sequestro, e il cortometraggio Frontiere.

 

A sorpresa ha però trionfato come miglior lungometraggio di questa edizione 2018 il documentario Alla salute, sorta di diario personale sul decorso tumorale e la rinascita dopo la sconfitta della malattia, raccontato in prima persona dal food-performer Nick Difino.

Nel settore cortometraggi la corona di vincitore è stata data all’iraniano Breathing. Tra gli incontri speciali il 31 ottobre Ilaria Cucchi ha ricevuto il premio Antigone per i Diritti Umani, e il film Sulla mia pelle (relativo al caso Cucchi) è stato proiettato in doppia sala al cinema Corso di Orvieto domenica 4 novembre, decretando un record di presenze.

Inoltre come non menzionare tra gli eventi teatrali l’opera quasi rock di Arturo Annecchino Missalaika, svoltasi sul palcoscenico del Teatro Mancinelli sabato 3 novembre, unico spettacolo a pagamento per un intero festival free. Orvieto con Human Rights International Film Festival ha potuto respirare a pieni polmoni i valori dell’umanità tutta, sotto svariate forme artistiche e culturali, regalando un boom di presenze quasi sbalorditivo, che ci auguriamo venga puntualmente rinnovato, con una crescita sempre maggiore, nelle prossime edizioni.

 

(Foto di Veronica Colella)

5 novembre 2018

Informazioni sull'autore

redazione2


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Redazione

Orvietosì © 2012 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Cooperativa Elzevira Editore P.Iva: 01292350558 Sede presso Coop.Editoriale Elzevira, Piazza del Commercio, 35 – 0763 342360
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy