Archivio notizie, Politica, Secondarie

Degrado di Porta Maggiore, Germani: “Il problema dei piccioni è di difficile soluzione”

 

ORVIETO – Il degrado di Porta Maggiore è stato al centro dell’interrogazione del cons. Stefano Olimpieri (Capogruppo “Identità e Territorio”) che ha chiesto all’Amministrazione “Se è vero che, ad oggi, non sono stati effettuati interventi risolutivi per superare il degrado e l’abbandono in cui versa la Porta più antica ed importante di Orvieto”.

L’interrogante ha fatto presente che “Da molto tempo il degrado, la sporcizia e l’incuria fanno di Porta Maggiore uno dei posti più impresentabili ed insalubri di Orvieto: una situazione oggettiva che risulta anche difficile descrivere e rappresentare. Già nella primavera del 2015 un nostro concittadino aveva evidenziato il grave stato in cui versava (e versa) Porta Maggiore, tanto da lanciare un grido d’allarme affinché l’Amministrazione potesse intervenire con decisione e con celerità al fine di rendere l’area vivibile e presentabile. Ignorata questa iniziativa, nel luglio del 2015 mi sono attivato per riproporre la questione attraverso la presentazione di un’interpellanza: malgrado le rassicurazioni di rito, il Sindaco non diede corso a nulla e le sue dichiarazioni rimasero solo promesse non mantenute.
A settembre dello stesso anno un collega di maggioranza ha rivolto una sollecitazione al Sindaco per chiedere un intervento risolutivo, ma anche questa iniziativa si è rivelata vana; nello stesso periodo circa 150 residenti di Via del Caccia, della Cava e delle zone adiacenti alla Porta hanno sottoscritto una petizione per sensibilizzare l’Amministrazione ad attivare iniziative per ripulire e riqualificare Porta Maggiore: anche in questo caso nulla di fatto.
Un’altra interpellanza è stata presentata nel 2016 ma, al di là delle solite promesse di facciata, non si è avuta nessuna risposta concreta.
Mettere in campo azioni contro il degrado di Porta Maggiore non significa solamente tenere pulita una parte importante della città, ma vuol dire soprattutto avere cura di un monumento che rappresenta una parte indissolubile della storia cittadina e che per secoli ha rappresentato una delle pochissime porte di accesso all’urbe e, quindi, un baluardo importante alla difesa ed alla integrità di Orvieto: anche per questo Porta Maggiore deve essere rispettata, quindi occorre agire per tutelarne il decoro e l’integrità”.

Il sindaco, Giuseppe Germani ha risposto che: “Sul perimetro della rupe e quindi anche nella zona di Porta Maggiore interveniamo ciclicamente per la rimozione delle piante infestanti; il problema dei piccioni invece è strutturale e, come avviene in altre realtà, è di difficilissima soluzione. Il punto è che tali interventi vanno fatti utilizzando piattaforme aeree i cui costi sono notevoli. Sicuramente interverremo in base alle risorse disponibili. Ringrazio il Consigliere delle segnalazioni che magari può farle anche attraverso il sito web del Comune”.

Il cons. Stefano Olimpieri ha dichiarato: “il sindaco ha divagato. Almeno si tolga il piccione morto che da almeno otto mesi sta sopra la Porta!”.

3 Agosto 2018

Vedi tutte le notizie delle categorie:

Archivio notizie, Politica, Secondarie

Informazioni sull'autore

redazione2


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Redazione

Orvietosì © 2002 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101.
Direttore Responsabile: Sara Simonetti
Editore: Elzevira di Fabio Graziani
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy

Nuova versione