Agricoltura, da Regione Umbria sollecito ad Agea per intervento straordinario che sblocchi pagamenti
Archivio notizie, Secondarie, Territorio

Agricoltura, da Regione Umbria sollecito ad Agea per intervento straordinario che sblocchi pagamenti

Un intervento straordinario per azzerare i ritardi dei pagamenti alle imprese agricole beneficiare: è la richiesta ribadita ad Agea (Agenzia per l’erogazione in Agricoltura) dal rappresentante dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Umbria durante il convegno nazionale sulla gestione del rischio in agricoltura, che si è svolto a Santa Maria degli Angeli.

Il rappresentante dell’Assessorato ha colto l’occasione della presenza dei vertici di Agea al convegno per sollecitare, come già fatto negli incontri bilaterali nei giorni scorsi, “uno sforzo per perfezionare procedure e sistemi informativi e far sì che si esca dal gran pantano dei mancati pagamenti. Senza aiuti – ha rimarcato – le imprese agricole non riescono ad andare avanti. I bandi della programmazione comunitaria sono aperti, le risorse sono disponibili e dunque – ha detto – Agea deve intervenire per superare i ritardi e ridare agli agricoltori fiducia e tranquillità, chiudendo definitivamente la fase del ‘tanto i finanziamenti non arrivano’ per lasciare spazio all’impegno condiviso sugli obiettivi strategici per il futuro dell’agricoltura”.

Intervenendo nella seconda sessione del convegno, sulle politiche nazionali ed europee e alle prospettive post 2020 nella gestione del rischio in agricoltura, il rappresentante dell’Assessorato regionale ha ringraziato gli organizzatori, il Cesar, Centro per lo sviluppo agricolo e rurale, di Perugia, e Asnacodi, Associazione nazionale Consorzi di difesa, per il confronto e il quadro di conoscenze offerto su tematiche cruciali per il settore.

Per gli agricoltori, ha ricordato fra l’altro, ci sono nuove importanti opportunità introdotte con la programmazione 2014/2020: sono previsti, infatti, nuovi strumenti per aiutare gli agricoltori ad affrontare i rischi economici ed ambientali derivanti da calamità naturali. In particolare, gli agricoltori possono contare su una copertura del 65% dei costi sostenuti per assicurare raccolto, animali e piante. Una misura applicata con omogeneità in tutta Italia, con risorse certe, con l’obiettivo di mettere il reddito degli agricoltori al riparo dagli eventi climatici quali siccità e gelate.

Il rappresentante dell’Assessorato regionale ha ringraziato i Consorzi di difesa del settore della prevenzione e gestione dei rischi d’impresa in agricoltura “per il ruolo importante di ammortizzatore che svolgono anticipando alle compagnie di assicurazione i premi assicurativi dovuti”.    

10 febbraio 2018

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
febbraio: 2018
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  
Redazione

Orvietosì © 2012 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Cooperativa Elzevira Editore P.Iva: 01292350558 Sede presso Coop.Editoriale Elzevira, Piazza del Commercio, 35 – 0763 342360
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy