Niente da fare per Azzurra Ceprini, Empoli passa al PalaPorano

Categoria: Archivio notizie,Sport

Niente da fare per Azzurra Ceprini contro la capolista USE Basket Empoli, che è uscita vincitrice per 54-72 dal PalaPorano. Dopo un primo tempo sottotono, le biancorosse hanno avuto una reazione di orgoglio nel terzo quarto, con cui si sono spinte fino a soli tre punti di distacco dopo essere state sotto anche di venti, prima che nell’ultima frazione le ospiti riprendessero definitivamente il sopravvento.

Orvieto ha cominciato ad alti ritmi, con le due bombe di Porcu e Coffau che le hanno dato il primo vantaggio della gara. Non è tardata ad arrivare la risposta di Empoli, guidata dalla ex Brunelli, che ha messo a segno i primi punti delle sue. Con il passare dei minuti Empoli si è organizzata e ha cominciato a scavare un margine importante, sull’onda di un attacco fluido e di una difesa attenta e aggressiva. In questo momento importante Orvieto ha concesso troppi rimbalzi offensivi alla capolista, che ha saputo approfittarne per consolidare il suo vantaggio. Sul finale di quarto il bel canestro di Rupnik ha ridato ossigeno alle rupestri e ha permesso loro di chiudere sotto la doppia cifra di svantaggio.

Poco è cambiato nella seconda frazione, in cui Orvieto ha continuato a faticare in attacco e in difesa e ha lasciato troppo margine di manovra a Empoli, che ne ha approfittato per tentare la fuga. Spinte da una Brunelli ispirata e dalla solidità delle lunghe Narviciute e Pochobradska, le ragazze di coach Cioni hanno superato la doppia cifra di vantaggio, fino a sfiorare i venti punti, e sono sembrate in controllo della situazione. La Azzurra Ceprini ha passato alcuni minuti senza trovare il bandolo della matassa, ma grazie all’ingresso di Granieri ha ripreso in mano le fila del discorso e hanno limitato i danni nel finale di quarto, chiuso sul punteggio di 25-39.

Dagli spogliatoi le biancorosse sono tornate trasformate: le ragazze di coach Romano hanno aggredito la partita in difesa, con una grande pressione sulle avversarie che ha reso difficile ogni conclusione. Se in attacco ha iniziato a faticare, Empoli non ha però mollato di un centimetro in difesa, per cui la partita ha vissuto una fase di stallo in cui la distanza fra le due squadre è rimasta pressochè invariata. Nella parte centrale del quarto è però arrivata la scossa orvietana: i canestri di Porcu e Chrysanthidou, i liberi di Manfrè e i cinque punti consecutivi di una Rupnik che si è accesa all’improvviso hanno riportato le biancorosse sotto di sole tre lunghezze, di fronte a un PalaPorano in visibilio per una rimonta inaspettata. Il canestro di Brunelli nell’ultimo minuto ha interrotto il parziale e ha permesso a Empoli di chiudere in vantaggio di chiudere avanti di due possessi, sul 45-49.

Nell’ultimo periodo le ospiti hanno presto riordinato le idee e hanno messo a segno il parziale che ha chiuso definitivamente la partita: dopo la tripla di Brunelli e il canestro di Pochobradska la bomba di Chiabotto ha portato di nuovo Empoli oltre la doppia cifra ed ha segnato di fatto la vittoria ospite. Negli ultimi minuti c’è stato spazio per tutte le giocatrici convocate, che si sono fatte trovare pronte.

Orvieto sapeva di dover affrontare una squadra attrezzata, tra l’altro ancora imbattuta, che tale si è rivelata e che ha dimostrato di meritare la posizione in classifica. Non sono mancati segnali di miglioramento da parte delle più giovani, sempre più consapevoli del contributo da offrire alla causa. Ora le biancorosse sono attese da un altro match difficilissimo: quella in casa di San Giovanni Valdarno seconda in classifica, previsto per sabato prossimo.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login