Orvieto “Città europea dello sport 2017”, Forza Italia: “quali benefici concreti?”

Categoria: Archivio notizie,Politica,Secondarie

 

 

di Gruppo Consiliare Forza Italia

Lo scorso ottobre 2016 Orvieto è stata insignita del riconoscimento di ‘Città Europea dello Sport 2017’’ e, a detta dell’Assessore al ramo e del Sindaco, tale designazione avrebbe aperto prospettive di investimento in ambito sportivo, potendo ricorrere a fondi europei, oltre a favorire la promozione della Città sul territorio nazionale ed europeo.

Purtroppo, come spesso accade ai proclami e alle grandi promesse, oltre a un viaggio a Bruxelles da parte di una delegazione dell’Amministrazione comunale per ritirare il titolo e un cartello posto all’ingresso della città, è seguito molto poco.

Nel corso dell’anno, infatti, non si sono riscontrate nuove iniziative di natura sportiva, oltre quelle che abitualmente si svolgono ormai da molti anni a Orvieto, né fino ad oggi si riscontrano investimenti in ambito sportivo con i tanto decantati fondi europei.

Incredibilmente abbiamo addirittura appreso che prestigiose manifestazioni sportive che hanno contribuito significativamente alla promozione e all’economia della Città e che sono state fatte ricadere sotto il riconoscimento di ‘Orvieto città europea della sport 2017’ non abbiano ricevuto alcun contributo da parte dell’Amministrazione comunale.

E ciò appare ancor più incomprensibile se si pensa che nel 2017 il Comune di Orvieto ha elargito numerosi e sostanziosi contributi economici.

Giusto per fare alcuni esempi, si pensi a:

FIOF (7.500 euro + concessione gratuita delle strutture comunali)
LUDI ALLA FORTEZZA (10.000 euro)
ORVIETO TANGO FESTIVAL (5.000 euro)
ATOMIC GARDEN (4.000 euro)
ARTE E FEDE (7.500 euro)
ORVIETO4EVER (18.500)

oltre a altri sostegni economici per iniziative di vario genere considerati dall’Amministrazione meritevoli di contributi comunali e di agevolazioni nell’organizzazione.

Per rendere noti gli impatti economici che le iniziative sportive generano sul territorio portiamo ad esempio i recenti ‘Master’ di atletica leggera che si sono tenuti a Orvieto il 7-8-9- luglio presso lo stadio “L. Muzi”.

Dai dati disponibili sono stati complessivamente oltre 2.500 gli atleti che hanno partecipato alle tre giornate di gare, seguiti da accompagnatori e spettatori, la maggior parte dei quali hanno pernottato negli alberghi e nelle strutture ricettive della Città e del comprensorio.

Sorprende che una iniziativa di tale portata non sia stata ritenuta meritevole di sostegno economico da parte di un Comune riconosciuto oltretutto ‘città europea dello sport’ che dovrebbe sostenere e riconoscere il valore di tali manifestazioni e contribuire direttamente alla loro riuscita piuttosto che sfruttarne solo l’immagine.

E’ per queste ragioni che, attraverso l’interpellanza, chiediamo al Sindaco:

– Quali sono gli effettivi benefici che il riconoscimento ‘Orvieto città europea dello sport 2017’ ha portato allo sport orvietano e alla città in generale.

– Attraverso quali criteri l’Amministrazione ha finanziato le iniziative del 2017;

– Se ‘Orvieto città europea dello sport 2017’ non ritenga meritevoli della stessa attenzione riservata ad altre iniziative, le manifestazioni sportive di caratura internazionale che producono un enorme impatto mediatico oltre a portare in Città migliaia di persone tra atleti e familiari

– Se ‘Orvieto città europea dello sport 207’ intende promuovere e sostenere le iniziative sportive anziché sfruttarne solo l’immagine.

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login