Incendio alla piscina de La Svolta. Le fiamme divorano il lucernaio, la guaina protettiva del tetto e danneggiano pannello solare

Categoria: Archivio notizie,Cronaca,Secondarie

 

ORVIETO – Intorno alle 15.30 di sabato pomeriggio è divampato dal tetto della piscina comunale in località La Svolta. Le fiamme, originatesi probabilmente a causa di un corto circuito, hanno divorato il lucernaio del tetto, la copertura bituminosa dello stesso e un pannello fotovoltaico. Per fortuna, non hanno intaccato le travi in legno che lo sostengono. Al momento del fatto, la piscina, fortunatamente era chiusa, in quanto al suo interno erano in corso alcuni lavori di ristrutturazione per la riapertura prevista per il 25 settembre.
L’incendio è stato spento nel giro di poco tempo grazie all’intervento tempestivo dei vigili del fuoco del distaccamento di Orvieto raggiunti poi da una squadra di Terni. Sul posto sono giunti anche i volontari della protezione civile, gli uomini del commissariato di polizia di Orvieto e vari dirigenti comunali e rappresentanti dell’amministrazione che hanno proceduto ai primi sopralluoghi per valutare l’entità dei danni subita dalla piscina. A dare l’allarme sono state le persone che vivono nei pressi della Piscina che hanno visto alzarsi in aria la colonna di denso fumo nero.
“Siamo stati avvisati intorno alle 15.30 – racconta il comandante della Municipale Mauro Vinciotti – raggiunta la piscina abbiamo verificato subito la situazione. L’incendio è stato domato in pochi minuti. La struttura del tetto non sembrerebbe compromessa dalle fiamme che, invece, hanno praticamente divorato la copertura in plastica del lucernaio e la guaina bituminosa sopra al tetto. Ecco spiegato anche l’odore acre sprigionatosi e la densità del fumo.
Purtroppo la struttura al momento non è agibile e le piscine verranno sanificate in settimana. Al momento dell’incendio alcuni operai stavano svolgendo alcuni lavori di ristrutturazione tra cui un pannello divisorio e tra la zona della piscina e quella dell’accoglienza e un intervento nella canaletta di scolo delle due piscine”. Scongiurato il pericolo ambientale in quanto le fiamme sono state spente in ochi minuti ed hanno interessato una porzione del tetto. Presenti sul posto anche il presidente della Uisp Umbria Stefano Rumori e Federica Bartolini presidente del comitato Uisp di Orvieto. “Nei prossimi giorni metteremo in sicurezza la struttura e non è detto che non venga rispettata la data della riapertura prevista per il prossimo 25 settembre”.

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login