Contributo a Fiof e conflitto d’interesse, la Minoranza bacchetta il Comune

Categoria: Archivio notizie,Politica,Secondarie

 

Riceviamo dai Gruppi di Minoranza Identità e Territorio, Gruppo Misto, Forza Italia e pubblichiamo:

“Dalla delibera di Giunta n. 29 del 21.02.2017, apprendiamo con soddisfazione che finalmente il Comune di Orvieto ha deciso di impiegare i soldi della tassa di soggiorno per finanziare e sostenere iniziative legate alla cultura e al turismo. Sono ben 7.500 euro, infatti, i soldi che il Comune ha elargito in favore della manifestazione “Orvieto Fotografia 2017 – It’s time” organizzata dalla FIOF – Orvieto fotografia che ha goduto, altresì, di un’ulteriore concessione da parte dello stesso Comune, potendo utilizzare gratuitamente tutti gli spazi in cui si svolgeva, il Centro congressi, le varie sale del Palazzo dei Sette e la Chiesa di San Giacomo Maggiore.

Peccato, però, che anche in questa meritoria azione di sostegno agli eventi culturali, vi sia qualcosa che non torna o che, per meglio dire, lascia non poche perplessità. Non si può tacere, infatti, che chi ha goduto di fatto dei contributi comunali per la realizzazione dell’evento ricopra la carica di Consigliere comunale in quota maggioranza e quella di Vicepresidente del Consiglio comunale.
Parliamo della Presidente di Fiof Umbria, Roberta Cotigni, alla quale va senz’altro riconosciuto il merito di essersi sobbarcata tutto il peso dell’organizzazione, dalle conferenze stampa agli inviti rivolti personalmente a noi consiglieri comunali, ma che di certo non si è dovuta poi affaticare più di tanto, come sempre capita a chi organizza eventi, per ricercare sponsor e sostegno di ogni tipo.

Il nostro, non è il tentativo di denunciare conflitti di interesse e, men che meno, circostanze penalmente rilevanti, ma è lo sdegno di chi riscontra per l’ennesima volta che nella nostra Città si è rimesso in moto il distributore automatico di contributi e benefici funzionante a corrente alternata soltanto per gli amici. E questa volta ad essere stato beneficiato non è un amico qualunque, ma una persona che svolge un mandato elettorale a sostegno di chi firma le elargizioni e che ricopre l’importante carica istituzionale di Vicepresidente del Consiglio Comunale.

Non possiamo quindi sottrarci dallo stigmatizzare la gravità di un atteggiamento che evidenzia il ritorno ad una gestione allegra dei soldi pubblici della sinistra orvietana e la mancanza di rispetto per tutti quelli che, sprovvisti dello status di amministratore pubblico, non hanno goduto di cotanta magnanimità da parte di un’Amministrazione che sembra non tenere conto della crisi economica e dello stato di indigenza in cui versano sempre più famiglie orvietane, quando a battere cassa è uno di loro. Ci sentiamo di esprimere la nostra sincera vicinanza a tutti gli imprenditori che in questi ultimi anni si sono ripetutamente sentiti negare dal Comune il sostegno economico per i loro pur lodevoli progetti e, in particolare, a tutte le associazioni di volontariato a cui è stato negato l’uso gratuito degli spazi comunali anche per le loro iniziative benefiche”.

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login