Gara interna contro la marchigiana Grottazzolina per la Ciotti Pallavolo Orvieto

Categoria: Archivio notizie,Sport

Gara interna contro la marchigiana Grottazzolina per la Ciotti Pallavolo Orvieto  

 

di Ufficio Stampa Libertas Pallavolo Orvieto

 

Questo week-end match decisamente di alto livello al Palazzetto dello Sport “Papini” con i padroni di casa della Ciotti Luciano Autotrasporti Libertas Pallavolo Orvieto contrapposti alla compagine del Grottazzolina, attualmente quarta forza del girone “E” a quota 32. All’andata si impose in cinque set il team della rupe che, nella circostanza, raccolse anche i suoi primi punti stagionali: ad oggi un risultato notevole se si pensa che il collettivo di coach Fabrizio Lisei è stato l’unico a superare gli ostici marchigiani nel loro fortino, impresa non riuscita neanche a squadre quotatissime come la leader Castelfranco, Morciano e Forlì (rispettivamente seconda e terza).

Per quanto riguarda le news più recenti, nello scorso turno la truppa gialloblu è incappata in una sconfitta per 3-0 sul parquet di Grosseto, quinta della classe tra le cui fila milita l’ex Maggini; gli orvietani, dunque, dopo aver mosso sempre la classifica nelle ultime cinque giornate per un totale di dodici lunghezze guadagnate, sono rimasti a bocca asciutta (conservato comunque il 6° posto).

Il gruppo di mister Massimo Citeroni, invece, da cinque turni a questa parte disputa soltanto tie-break (tre interni vinti e i restanti persi in trasferta); sette giorni fa è arrivato il prestigioso successo fra le mura amiche con la corazzata Morciano.

Avversario dalle ottime credenziali quello grottese, concreto, in grado di mettere in difficoltà chiunque e capace da ben tredici gare consecutive di andare a punti.

Alla luce di ciò la Ciotti necessariamente dovrà impegnarsi tanto per cercare di fronteggiare al meglio Minnoni e soci: l’auspicio, quindi, è che giocare sul proprio campo possa ancora rivelarsi una delle componenti determinanti.

L’appuntamento, da non perdere, è per sabato 23 febbraio alle ore 21,15.

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login