Alternanza scuola lavoro, dalla CamCom di Terni nuovi contributi a fondo perduto per le aziende

 

Oltre ottocento studenti coinvolti in Alternanza scuola lavoro dalla Camera di Commercio di Terni. Nell’anno scolastico 2017/2018 appena concluso l’Ente camerale ha fortemente investito sui giovani e sulla formazione al fare impresa con progetti di impresa simulata, bandi, concorsi e docenze dirette nelle scuole.
E dal prossimo settembre – annuncia il segretario generale Giuliana Piandoro metteremo in campo anche una nuova proposta formativa, un articolato ciclo di incontri tematici che coinvolgeranno gli imprenditori e il più in generale il sistema locale per orientare i ragazzi al lavoro e alle professioni”. Nella ricerca di una sempre maggiore qualità e efficacia dei percorsi attivati dalla Camera di Commercio rivolti alle scuole resta centrale il sostegno alle aziende che a volte sono costrette a fare conti con specifiche criticità nell’approccio con gli studenti.
Per questo l’Ente camerale mette a disposizione delle imprese che scelgono di ospitare giovani in stage contributi a fondo perduto. Il bando è già aperto e ci sono a disposizione quasi 60mila euro come voucher alle aziende. Il bando prevede un contributo a fondo perduto pari a 800 euro per la realizzazione da 1 fino a 2 percorsi individuali di Alternanza, 1000 euro per la realizzazione da 3 a 5 percorsi individuali di ASL, 1.500 euro per la realizzazione di oltre 5 percorsi di ASL, più 200 euro in caso di persona diversamente abile.
Le spese ammissibili a ricevere il contributo sono, oltre a quelle legate alle coperture assicurative, anche le spese sostenute per l’attività svolta dal tutor aziendale, interno ed esterno, per la progettazione, l’organizzazione e la realizzazione dei percorsi di Alternanza. “Il rafforzamento dell’asse scuola-impresa significa per noi investire in formazione come leva di sviluppo economico. Il nostro obiettivo come Camera di Commercio, è quello di far crescere le competenze manageriali ed imprenditoriali dei nostri giovani, ossia quelli che potrebbero essere gli imprenditori di domani. “Per questo- sottolinea il presidente dell’Ente Giuseppe Flaminiportiamo ormai da otto anni nelle aule dirigenti d’impresa, imprenditori che raccontano la loro esperienza di vita e professionale, cercando di trasmettere ai ragazzi il loro approccio imprenditivo”.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login