Germani a Zeno: “nessun incontro riservato ma un confronto allargato sui temi dello sviluppo del territorio”

 

Il sindaco Giuseppe Germani replica alle dichiarazioni del Responsabile del Dipartimento Lavoro-Ambiente del Partito Comunista, Ciro Zeno secondo il quale la presidente Marini avrebbe incontrato “segretamente” i responsabili del Pd per parlare di vari temi riguardanti il territorio.
“In realtà, in data 3 aprile, presso la Sala Polivalente del Circolo Anziani di Sferracavallo – spiega Germani – si è svolto un incontro a cui erano presenti oltre 70 persone, facenti parte degli organismi locali del Partito Democratico; incontro nel quale si è dibattito di una serie di temi inerenti il nostro territorio, alla luce dell’approvazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico della Strategia del Progetto ‘Aree Interna’”.
“La serata – aggiunge – è stata molto proficua con oltre 20 interventi da parte dei presenti che hanno messo in luce criticità e prospettive per lo sviluppo del nostro territorio. Fra i tanti temi trattati vi è stato, come era ovvio, anche quello dei rifiuti con la piena condivisione sul lavoro che, a livello regionale, stà mettendo in campo il nuovo organismo preposto alle politiche di Area Vasta in materia di rifiuti, cioè l’AURI che da 1° aprile di quest’anno è entrato nella piena operatività.
L’impegno assunto da tale organismo – di cui io faccio parte in veste di Sindaco della Città di Orvieto – è quello di predisporre, in tempi brevi, la proposta di un nuovo Piano Regionale dei Rifiuti che, come da molto tempo ribadito, deve puntare sulla raccolta differenziata spinta (ed Orvieto e l’Orvietano stanno facendo la loro parte come dimostrano i risultati) e su una serie di impianti tecnologici per il recupero, riuso e riciclo dei materiali provenienti dal rifiuto urbano che, come deliberato dalla Regione e dall’Europa, devono tendere al superamento delle discariche”. “Pertanto – conclude Germani – nessun incontro segreto ma alla luce del sole, anzi all’interno di un organismo plurale, come sono gli organi del maggiore partito politico che sostiene questa Amministrazione e, comunque, ogni decisione avverrà all’interno dell’organo istituzionale preposto che è l’AURI di cui fanno parte tutti i Comuni dell’Umbria”.


Una risposta a Germani a Zeno: “nessun incontro riservato ma un confronto allargato sui temi dello sviluppo del territorio”

  1. Mentre il proliferare delle sigle Ati ora Auri chissà se a breve ne verrà coniata un’altra con i dovuti tempi per nominare i membri, il direttore generale e studiare una nuova strategia, ed i problemi rimangono irrisolti.
    Un piano regionale,per evitare fughe in avanti o doppioni per impianti industriali secondo la regola di chi li fa per primo,andrebbe tutto ricondotto ad un progetto generale che per ora non esiste, si salvi chi può….
    Questo si chiama Umbria

    barone
    13 aprile 2017 a 17:12

Devi essere registrato per inserire i commenti Login