Vie e parcheggi, questioni ancora in sospeso. Olimpieri interroga l’assessore Vincenti

Categoria: Archivio notizie,Politica,Secondarie

 

ORVIETO –  La questione della pedonalizzazione di Piazza del Popolo è stata nuovamente trattata dal Consiglio Comunale, sulla scorta dell’interrogazione del cons. Stefano Olimpieri (Capo gruppo “Identità e Territorio”) che ha chiesto all’Amministrazione “Quando verrà data attuazione alla gestione diretta da parte del Comune del parcheggio dell’ex Ospedale; se è vero che a Largo Mazzini non ci sono regole e che i posti per disabili non sono più di due; se sono previsti interventi concreti per attenuare i pericoli lungo Via Corsica e se sono veritiere alcune criticità emerse in fase di attuazione del provvedimento di divieto di sosta in tutta piazza del Popolo”.

L’interrogante ha fatto presente che “Con l’approvazione del provvedimento di divieto di sosta in tutta piazza del Popolo e di parcheggio gratuito in piazza Vivaria, l’Amministrazione aveva disposto che il mancato guadagno da incassi da parcheggi a pagamento nelle due piazze sarebbe stato compensato con la gestione diretta del parcheggio dell’ex Ospedale in piazza Duomo, tant’è che il parere di natura finanziaria da parte del Dirigente al Bilancio era subordinato a che si verificasse questa condizione e che l’operazione fosse effettuata il prima possibile. Da rammentare che il parcheggio dell’ex Ospedale da anni viene gestito da una cooperativa sociale.
Tra l’altro l’Assessore alla Viabilità nel dibattito consiliare del marzo 2018 ha testualmente affermato: ‘ …la misura è stata possibile perché siamo riusciti a creare le condizioni per il recupero del parcheggio dell’ex ospedale dalle cui risorse collocate in bilancio potevamo reperire i mezzi finanziari per compensare la misura straordinaria dei parcheggi gratuiti e piazza Vivaria.
Ad oggi, mentre piazza Vivaria risulta avere solamente parcheggi a strisce bianche, il passaggio in gestione diretta del parcheggio dell’ex Ospedale non si è ancora concretizzato e, quindi, la condizione (sospensiva) che era stata posta al Dirigente – affinché lo stesso autorizzasse l’intera operazione ‘piazza del Popolo’ – non si è ancora realizzata, provocando un oggettivo sbilancio negativo per gli incassi da parcheggi, oltre a dimostrare la totale superficialità della Giunta. Ovvero, la nefasta operazione di piazza del Popolo ha determinato, oltre ai danni oggettivi a tutto il centro storico e, soprattutto, al comparto commerciale, un reale mancato incasso da parcheggi, aggravato dal fatto che la promessa della gestione diretta del parcheggio dell’ex Ospedale da parte del Comune non si è ancora realizzata. Un fatto molto grave perché non è accettabile che in un provvedimento ufficiale si dia per certo che avverrà un fatto (presa in carico della gestione diretta del parcheggio ex Ospedale) e poi quel fatto non si materializza, creando un ulteriore danno all’immagine dell’Amministrazione, nonché un danno alle casse del Comune”.
“Occorre inoltre rilevare – ha concluso – come Largo Mazzini sia ormai divenuto un parcheggio senza regole dove regna incontrastata l’anarchia: avrebbe dovuto essere un valore aggiunto per l’intera zona ed invece è diventato uno spazio caotico determinato anch’esso da approssimazione e incapacità. Di quanto promesso non c’è nulla, rimangono solamente le dichiarazioni che l’Assessore al traffico fece su Largo Mazzini in merito agli spazi in favore dei disabili: l’Assessore, per dimostrare tutta la sua sensibilità sociale, affermò che con quel parcheggio ‘si sarebbe data una grande risposta ai disabili’; rileviamo, invece, che i posti riservati ai disabili sono non più di due all’interno di uno spazio dove regna disordine e prepotenza. Da ultimo, osserviamo come le nostre previsioni in merito a quanto fosse pericoloso il doppio senso di marcia lungo Via Corsica si sono puntualmente avverate (ci sono già stati degli incidenti stradali): una situazione di forte criticità per i pedoni e per gli automobilisti che non ha visto nessun intervento finalizzato a prevenire o attenuare potenziali pericoli”.

L’assessore alla Viabilità, Andrea Vincenti ha risposto: “Per quanto riguarda la disponibilità del parcheggio dell’ex ospedale in P.zza Duomo, confermo che il Comune tramite gli uffici è al lavoro per rendere efficacie il trasferimento, per le quali le precondizioni sussistono in pieno. Per quanto riguarda Largo Mazzini, la segnaletica verticale esiste ed è ben visibile. La segnaletica orizzontale potrà essere ultimata solo con la pavimentazione, quando sarà realizzata. I posti disabili in Largo Mazzini sono 2, ma altri 7 sono distribuiti tra Piazza Corsica (1), Piazza Vivaria (2), via San Leonardo (3) e via della Costituente (1). Non risultano difficoltà per i titolari di permessi, in ogni caso intensificheremo i controlli per contrastare l’odioso fenomeno dell’occupazione di stalli riservati da parte di chi non ne ha diritto. Per quanto riguarda l’unico, lievissimo incidente stradale che si è verificato in via Corsica in questi mesi dall’adizione del provvedimento, si tratta di un episodio appunto di lieve entità, la cui dinamica è peraltro ben nota agli uffici. Per il resto, da ogni punto di vista, il tratto non presenta particolari criticità rispetto ad altri già esistenti in centro storico, pure a doppio senso di marcia, mai modificati da decenni”.

Il cons. Stefano Olimpieri si è dichiarato: “Insoddisfatto. L’Assessore guarda al passato non al presente e al futuro. La via è pericolosissima perché è stata messa a doppio senso di marcia”.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login