Spazio pubblico ad associazione Tartufai, Olimpieri chiede lumi al sindaco Germani

Categoria: Archivio notizie,Politica,Secondarie

ORVIETO – La questione della concessione di uno spazio di proprietà comunale all’Associazione Tartufai, è stata sollevata dal cons. Stefano Olimpieri (Capogruppo “Identità e Territorio) che, in una interpellanza ha chiesto di conoscere “Le ragioni che stanno alla base di questa assegnazione e se il Sindaco non ritiene che concedere uno spazio pubblico a chi fa della ricerca dei tartufi una attività di lucro non leda i principi della buona e corretta amministrazione”.

Nello specifico, l’interpellante ha fatto presente che “Con delibera di Giunta n. 107 del 24 aprile 2018, è stato ha assegnato in comodato gratuito un locale presso la ex scuola Media di Orvieto Scalo (prefabbricato, zona ex Coop) in favore di un’Associazione denominata ‘Tartufai dell’Orvietano’. L’unico costo per l’Associazione è quello delle utenze.
Tale assegnazione deve considerarsi assolutamente anomala perché il Comune concede in comodato gratuito dei locali pubblici ad una Associazione che – di fatto – ha al proprio interno associati che commercializzano il tartufo avendone un beneficio economico, tanto che la stessa Associazione non esercita alcuna attività di natura ‘no profit’: pertanto, mentre un Comune può concedere spazi gratuiti ad Associazioni di volontariato, di beneficienza, di attività di pubblico interesse, non può concedere uno spazio pubblico a soggetti esclusivamente privati che fanno business e che nella commercializzazione del tartufo pongono in essere un’attività di lucro.
L’Associazione assegnataria sembrerebbe rappresentare, peraltro, solo una minima parte del mondo dei tartufai del territorio, a dimostrazione di come l’Amministrazione Comunale non abbia a cuore l’interesse di tutti ma solo quello di una parte. La delibera è la prova di un modello di favori il cui fine esclusivo è solo quello di avere consenso politico. Un modello che non è più accettabile, soprattutto perché si delegittimano le Istituzioni comunali, si allontanano sempre più i cittadini dalla vita civica e si allarga il fossato tra la politica e la comunità che viene rappresentata.
E’ doveroso domandarsi anche se la assegnazione gratuita di spazi pubblici ad una Associazione di Tartufai possa avvenire con le forme previste nella delibera e se la stessa assegnazione gratuita non possa considerarsi anche come un eventuale danno erariale per le casse del Comune. Secondo una sentenza della Corte Conti campana certi siti non potrebbero essere dati neanche a prezzi sotto mercato. Se non avrò chiarezza porterò le carte alla Corte dei Conti”.

Il sindaco, Giuseppe Germani ha risposto: “L’associazione come molte altre presenti ad Orvieto, non è a scopo di lucro. E’ stato concesso uno spazio nell’ex prefabbricato della scuola media a fronte del fatto che gran parte delle associazioni chiedono invece spazi nel centro storico, ad una Associazione che, secondo noi, punta a sviluppare sul territorio un’attività di filiera corta che magari dovrebbe svilupparsi di più, anche alla luce del riconoscimento MAB Unesco per il Monte Peglia. Come Amministrazione abbiamo voluto riconoscere questa potenzialità, ovviamente i costi di funzionamento sono a carico dell’associazione. Darò tutti i chiarimenti dinanzi a qualsiasi autorità”.

Il cons. Stefano Olimpieri si è dichiarato: “Insoddisfatto perché il Sindaco ha addotto altre argomentazioni che non c’entrano nulla”.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login