Italia Nostra invia istanza urgente di carotaggi nel sito della discarica de “Le Crete”
Archivio notizie, Secondarie, Territorio

Italia Nostra invia istanza urgente di carotaggi nel sito della discarica de “Le Crete”

Come anticipato la sezione orvietana dell’Associazione Italia Nostra, per tramite dell’avvocato Valeria Passeri, ha recapitato al Ministero dell’Ambiente, e per conoscenza alla Procura di Terni, la richiesta urgente di carotaggi nella discarica di ‘Le Crete’ e nell’area contermine al fine di verificare l’esistenza di eventuale contaminazione del suolo e delle falde acquifere, incaricando possibilmente un’Università fuori Regione, ad estrema imparzialità, neutralità e correttezza dell’indagine.

Il testo della richiesta:

OGGETTO: Istanza urgente di carotaggi nel sito della discarica de ‘Le Crete’ e nell’area contermine.
Italia Nostra Onlus – Sezione di Orvieto è a sollecitare carotaggi nell’area contermine la
discarica di Orvieto, con qualunque strumentazione possibile, al fine di verificare l’eventuale
presenza di rifiuti pericolosi e di contaminazione del suolo e delle acque.
Inutili ad oggi si sono rivelate le plurime istanze in tal senso formulate da associazioni e
gruppi politici a Regione Umbria ed Arpa, assumendo il pretesto della carenza di fondi, quando
trattasi di un atto vincolato, stante l’inviolabile diritto alla protezione dell’ambiente e della salute,
che non abbisognerebbe neppure di istanza da parte del quisque de populo.
Nulla è stato fatto, nonostante per molti anni siano stati conferiti materiali tossici in discarica,
soprattutto quelli pervenuti dalla Campania sin dal 2001 (c.d. ecoballe) e stoccati nel primo
Calanco, tanto che si ebbe un procedimento penale poi estintosi nel 2009 per prescrizione dei
reati.
La presente è quindi necessitata dal timore diffuso manifestato dalla comunità orvietana,
anche attraverso la sottoscrizione di petizioni per dare seguito a ricerche epidemiologiche;
timore purtroppo confortato dall’aumento di patologie tumorali a Bagni e nelle frazioni limitrofe
dell’Orvietano, che si tende al contrario a nascondere nell’interesse di mantenere ivi le colture
vitivinicole e non determinare il tracollo del mercato vitivinicolo. Inoltre, si tenga conto del
rinvenimento di mercurio nel fiume Paglia e nel sito della discarica Le Crete, come confermato
1 di 2Associazione Nazionale per la tutela del Patrimonio Storico, Artistico e Naturale della Nazione
sezione di Orvieto dalla stessa proprietà, Acea S.p.A., già con nota prot. n.0006868 del 11 marzo 2015 e ormai
assodato da Arpa Umbria.
Pertanto, Italia Nostra Onlus – Sezione Orvieto è a sollecitare il Ministero dell’Ambiente,
in persona del Ministro p.t., a disporre l’esecuzione urgente di carotaggi nel sito della
discarica de ‘Le Crete’ di Orvieto e nell’area contermine per verificare l’esistenza di
eventuale contaminazione del suolo e delle falde acquifere, incaricando possibilmente
un’Università fuori Regione, a estrema imparzialità, neutralità e correttezza dell’indagine.

Il Presidente
(Lucio Riccetti)

7 agosto 2018

Informazioni sull'autore

elzevira


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
Redazione

Orvietosì © 2012 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Cooperativa Elzevira Editore P.Iva: 01292350558 Sede presso Coop.Editoriale Elzevira, Piazza del Commercio, 35 – 0763 342360
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy