Progetti attivati da associazioni di volontariato, bando prorogato per assegnazione dei contributi
Archivio notizie, Secondarie, Territorio

Progetti attivati da associazioni di volontariato, bando prorogato per assegnazione dei contributi

 

C’è tempo fino al 31 luglio per partecipare al bando da 735mila euro, promosso dalla Regione Umbria per contributi a sostegno di iniziative e progetti attivati da associazioni di volontariato e di promozione sociale, presenti sul territorio regionale. L’avviso è stato pubblicato sul Bur (Bollettino unico regionale) dell’8 giugno scorso, in attuazione del nuovo Codice del Terzo settore. È rivolto alle organizzazioni di volontariato e alle associazioni di promozione sociale iscritte nei rispettivi registri della Regione Umbria. Ogni proposta, presentata in forma singola o in partenariato, potrà ottenere contributi da un minimo di 15mila a un massimo di 35mila euro. Sono possibili forme di collaborazione con enti pubblici (comprese zone sociali ed enti locali) o soggetti privati.

Il bando è stato presentato a Terni, in un incontro pubblico organizzato dall’Assessorato regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, presenti l’assessore Luca Barberini e funzionari della struttura, in collaborazione con il Cesvol. Nei giorni scorsi era stato illustrato anche a Perugia e a Foligno, mentre il 6 luglio prossimo è prevista un’iniziativa a Città di Castello (ore 10, sala del Consiglio comunale).

“Vogliamo essere presenti in tutta l’Umbria – ha spiegato Barberini – per promuovere il più possibile questa opportunità e ribadire la vicinanza della Regione ai territori e alle associazioni di promozione sociale del volontariato, che danno un contributo fondamentale alla crescita della comunità. È la prima volta – ha continuato l’assessore – che in Umbria viene promosso un bando di queste dimensioni, con un fondo specifico a sostegno del mondo dell’associazionismo e del volontariato. L’obiettivo è rafforzare le realtà che operano in questo ambito e dare attuazione concreta ai principi del nuovo Codice del Terzo settore, sostenendo lo sviluppo sul territorio di progetti e servizi innovativi, capillari e realmente incisivi, a favore delle persone e dei loro bisogni”.

I progetti dovranno riguardare aree d’intervento specifiche, come ad esempio il contrasto delle forme di sfruttamento del lavoro, il sostegno all’inclusione sociale delle persone con disabilità e non autosufficienti, la prevenzione e il contrasto delle dipendenze, di forme di violenza e discriminazione, il sostegno alle attività di accompagnamento al lavoro di fasce deboli della popolazione, la lotta alle solitudini involontarie soprattutto tra gli anziani e all’esclusione sociale delle persone più deboli e in condizione di povertà, lo sviluppo della cultura del volontariato, in particolare tra i giovani e all’interno delle scuole, la promozione della cittadinanza attiva e di forme di welfare generativo di comunità.

2 luglio 2018

Informazioni sull'autore

admin


Lascia un commento

Seguici su Facebook

Calendario
luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Redazione

Orvietosì © 2012 – Quotidiano d’informazione e d’opinione – Registrazione Tribunale di Orvieto 13/11/2002 al n°101. Sara Simonetti Direttore – Dante Freddi Editorialista – Cooperativa Elzevira Editore P.Iva: 01292350558 Sede presso Coop.Editoriale Elzevira, Piazza del Commercio, 35 – 0763 342360
Per informazioni inviare una mail a redazione@orvietosi.it
Informazioni sul trattamento dei dati personali: Policy privacy