Censimento popolazione 2018, formazione graduatoria per incarico di rilevatore

 

ORVIETO – In base alla recente circolare ISTAT sul “Censimento permanente della popolazione 2018: Costituzione e compiti degli Uffici Comunali di Censimento e modalità di selezione e requisiti professionali di coordinatori, operatori di back office e rilevatori”, si rende noto che l’Ufficio Statistica del Comune di Orvieto deve procedere alla formazione di una graduatoria triennale da cui attingere per l’incarico di rilevatore per il censimento permanente della popolazione, che si terrà annualmente nel corso del quarto trimestre di ciascun anno.

I requisiti per l’iscrizione nella graduatoria dei rilevatori sono i seguenti:

– età non inferiore a 18 anni
– cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’U.E.
– ottima conoscenza parlata e scritta della lingua italiana
– diploma quinquennale di istruzione secondaria di secondo grado o titolo di studio equipollente
– conoscenza e capacità d’uso dei più diffusi strumenti informatici (PC, Tablet, ecc.) e possesso di adeguate conoscenze informatiche (internet, posta elettronica, ecc.)
– godimento dei diritti politici ed assenza di condanne penali
-essere idonei dal punto di vista psico-fisico allo svolgimento del servizio

La domanda di partecipazione, redatta in carta libera secondo il fac-simile allegato all’avviso (allegato A), dovrà pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Orvieto entro e non oltre le ore 18 del giorno 16 Luglio 2018 (termine perentorio) mediante consegna diretta o spedizione all’ indirizzo della sede centrale del Comune in Via Garibaldi n. 8, ovvero mediante posta elettronica all’indirizzo pec istituzionale comune.orvieto@postacert.umbria.it

Per informazioni relative all’avviso è possibile rivolgersi alla Sig.ra Marilena Calderini – 0763.306751 – statistiche@comune.orvieto.tr.it

Il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni parte dal mese di ottobre 2018. Per la prima volta l’Istat rileva, con un cadenza annuale e non più decennale, le principali caratteristiche della popolazione dimorante sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.

Il nuovo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni non coinvolge tutte le famiglie che dimorano abitualmente sul territorio italiano, ma ogni anno un campione di esse: circa un milione e 400 mila famiglie, residenti in 2.800 comuni italiani.
Inoltre, solo una parte dei comuni (circa 1.100) è interessata ogni anno dalle operazioni censuarie, mentre la restante è chiamata a partecipare una volta ogni 4 anni. In questo modo, entro il 2021, tutti i comuni partecipano, almeno una volta, alle rilevazioni censuarie.
Grazie all’uso integrato di rilevazioni statistiche campionarie e dati provenienti da fonti amministrative, il Censimento permanente è in grado di restituire annualmente informazioni che rappresentano l’intera popolazione, ma anche di contenere i costi e il disturbo statistico sulle famiglie. Informazioni necessarie ai decisori pubblici (Stato, Regione, Provincia, Comune), alle imprese, alle associazioni di categoria, a enti e organismi che le utilizzano per programmare in modo ragionato, pianificare attività e progetti, erogare servizi ai cittadini italiani e agli stranieri che vivono in Italia e monitorare politiche e interventi sul territorio.
A partire dall’anno 2021, con cadenza quinquennale, la popolazione legale sarà determinata con decreto del Presidente della Repubblica sulla base dei risultati del Censimento permanente della popolazione. (Fonte: ISTAT)


Devi essere registrato per inserire i commenti Login