La CamCom di Terni punta all’innovazione digitale, master gratuito per le aziende

TERNI – Il rilancio del territorio deve attraversare il sistema delle Pmi locali. Il filo rosso è quello dell’innovazione in chiave digitale. Un treno, quello della quarta Rivoluzione industriale, che rappresenta una possibilità concreta di sviluppo. Ci crede la Camera di Commercio di Terni, che nel sostegno allo sviluppo del digitale trova anche la sua nuova mission ridisegnata dalla recente legge di Riforma del Sistema camerale.
E’ partita da qui l’idea di proporre alle Pmi del territorio un Master totalmente gratuito “Innovare per competere nell’era di Impresa 4.0” con “tecnici dell’innovazione” di rilievo nazionale provenienti da società primaria del settore (PricewaterhouseCoopers). Un bilancio del Corso di alta formazione è stato tracciato oggi pomeriggio nel corso di un convegno organizzato dall’Ente a cui hanno preso parte tecnici e Istituzioni.
Da marzo a giugno in quattordici incontri per quasi 40 ore sono stati cosi coinvolti oltre 200 partecipanti tra imprenditori e professionisti.

Le aziende del nostro territorio scontano un importante “divario digitale” sia nei confronti di altre zone d’Italia che dei competitor stranieri. Con questo master la Camera di Commercio ha cercato di “alzare il tiro” portando a Terni esperti e testimoni di come una crescente digitalizzazione possa fare la differenza, in termini di produzione, export, fatturato”.
“E tutto questo abbiamo voluto raccontarlo alle nostre imprese portando a Terni decine di testimoni di impresa e consulenti di alto profilo che hanno mostrato alle aziende che la trasformazione digitale si può abbracciare – ha spiegato il presidente Giuseppe Flamini in apertura dei lavori – che non è un processo lontano ma realizzabile anche da una piccola impresa di qualsiasi settore produttivo”.

Durante l’incontro si è parlato anche del bando voucher digitali aperto e pubblicato sul sito camerale che mette a disposizione 72mila euro a favore delle imprese per progetti di trasformazione digitale e servizi di formazione e consulenza. Da settembre inoltre partirà un servizio di affiancamento alle imprese con consulenze gratuite: presso la Camera di Commercio sarà a disposizione delle imprese un digital promoter che affiancherà quelle interessate ad una nuova veste digitale. Il 17 luglio un Google digital trainer sarà anche presso la Camera di Commercio per offrire un check up digitale alle imprese.
Mario Becchetti, presidente Demosproject ha sviluppato il tema della intersettorialità del digitale “Le Pmi sono chiamate a sviluppare una strategia di innovazione digitale in tutti i processi aziendali, occorre per cui che ogni impresa si doti di un vero e proprio Piano di trasformazione digitale, da qui l’importanza di un investimento sul capitale umano ed è per questo che assume un ruolo centrale questo “upgrade digitale” offerto dalla Camera di Commercio”.
“Sono intervenuto alla conclusione di questo master, per sottolineare la vicinanza delle istituzioni a chi contribuisce in modo professionale a rafforzare le competenze in campo digitale e non solo delle piccole e micro imprese del nostro territorio – ha spiegato Raffaele Nevi, Deputato FI – non c’è dubbio che il capitale umano e le capacità manageriali sono elemento imprescindibile di competitività del nostro sistema imprenditoriale e bene fanno le Camere di Commercio ad investire su questo dimostrando anche l’utilità di questi enti.”

Mauro Marini coordinatore Area Attività Internazionali, Sviluppumbria S.p.A “In qualità di ente attuatore di politiche di programmazione della Regione dell’Umbria, Sviluppumbria sta mettendo in campo in questa fase una serie di strumentazioni che ci accompagneranno da qui al 2023 per sostenere il sistema delle imprese regionali. Numerosi sono gli strumenti agevolativi quali: gli interventi di sostegno alle aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive (Area Terni-Narni), interventi a supporto di progetti complessi di ricerca e sviluppo, progetti di promozione dell’export destinati a imprese e loro forme aggregate.”


Devi essere registrato per inserire i commenti Login