Giornalisti minacciati. Ad Orvieto convegno su presente e futuro dell’informazione

Categoria: Archivio notizie,Territorio

 


ORVIETO – A TESTA ALTA è un progetto dell’Associazione Lettori Portatili che ha visto la luce nel 2016: un appuntamento annuale dedicato a soggetti o categorie di persone particolarmente colpite da violenze, vessazioni, ingiustizie, mancanza di considerazione, indifferenza, negazione di diritti e quant’altro sia lesivo della dignità umana e lavorativa.

Fatti e situazioni molto o poco note, molto o poco indagate, parlare delle quali è uno dei modi per denunciarle, approfondirne la conoscenza, sostenerne la correzione o l’eliminazione.

Fatti e situazioni di persone da affiancare affinchè, A TESTA ALTA, conducano le proprie battaglie personali o di gruppo per affermare i loro diritti nell’ambito della società civile.

Per il 2018 il tema scelto è: Il dovere di informare. Il diritto ad essere informati di cui si tratterà in un Convegno pubblico di risonanza nazionale che si svolgerà a Orvieto – Città che si distingue per la sua sensibilità contro ogni forma di discriminazione e verso la costruzione di una società migliore – tra venerdì 4 e sabato 5 maggio, giorni agganciati alla Giornata Mondiale per le libertà di stampa, che sarà celebrata in tutto il mondo il 3 maggio 2018.

L’evento si dipanerà nell’arco di due giornate, nell’arco delle quali giornalisti e operatori qualificati testimonianze e riflessioni sulle tematiche dettagliate nel Programma del Convegno. Sarà inoltre presentato il libro “Stampa e potere – storie di censura giornalistica”, della giornalista Patrizia Maltese, di cui si acclude la sinossi.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su un disagio di categoria lesivo dei principi fondamentali della libertà di pensiero e di stampa da parte dei giornalisti, e del diritto all’informazione da parte di tutti gli individui. Si parlerà di Giornalismo come mestiere bello e difficile, a volte bello e impossibile, e di giornalisti troppo spesso oggetto di violenze e minacce e obiettivo di morte, ma anche del diritto di ogni cittadino ad essere correttamente informato per il legame strettissimo che intercorre fra informazione corretta ed esercizio della democrazia.

La lettura ad alta voce, curata dall’associazione “Lettori Portatili”, farà da colonna sonora a tutto l’evento, proponendo brani tratti dal libro presentato e da altri testi sul tema. I costi per realizzare l’iniziativa, anche garantendo l’ospitalità dei relatori, saranno reperiti attraverso una campagna di crowdfunding a donazione libera “Per la libertà di stampa”

accessibile dal link http://sostieni.link/17552

oppure https://www.produzionidalbasso.com/project/per-la-liberta-di-stampa

La partecipazione è aperta a tutti.

Grazie alla collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria, il Convegno è inserito nel calendario di Formazione Continua Permanente 2018: pertanto la partecipazione consentirà ai giornalisti presenti – indipendentemente dall’Ordine di appartenenza – l’acquisizione di crediti formativi che saranno meglio specificati con successiva comunicazione.

 

A TESTA ALTA edizione 2018

“Il dovere di informare. Il diritto ad essere informati”

Orvieto, 4 e 5 maggio 2018

PROGRAMMA

Introduce e coordina
STEFANO CORRADINO (giornalista RaiNews24 – Articolo 21).

 

VENERDÌ 4 MAGGIO

ore 14,30 Registrazione dei partecipanti/check-in per CFP
ore 15,00 ALEX ZANOTELLI (Sacerdote comboniano):

Per un’informazione che rompa il silenzio su povertà e disuguaglianze

ore 15,30 Prima sessione: conversazione sul tema


“FERMIAMO LE MINACCE AI GIORNALISTI”

Oltre 3500 giornalisti italiani minacciati dal 2006 ad oggi. 400 solo nel 2017. Cronisti aggrediti e intimiditi per il loro lavoro di inchiesta, per le denunce sugli intrecci perversi tra criminalità, politica ed economia. Sono in gran parte precari, che scrivono pezzi per pochi euro. Alle minacce e alla precarietà si aggiungono le querele temerarie, vere e proprie intimidazioni preventive che mirano a scoraggiare i cronisti dal proseguire le loro inchieste.

Intervengono:

FEDERICA ANGELI (giornalista sotto scorta – la Repubblica)
PAOLO BORROMETI (giornalista sotto scorta – Agi)
SABRINA PIGNEDOLI (giornalista Qn-Resto del Carlino)
SANDRO RUOTOLO (giornalista sotto scorta – Rai)
GIULIO VASATURO (avvocato esperto in querele temerarie e diritto all’informazione)

ore 18,00 PAUSA CAFFE’

ore 18,30 Presentazione del libro “Stampa e potere – Storie di censura giornalistica” della giornalista PATRIZIA MALTESE, seguìto da incontro con l’autrice e letture a cura dell’Associazione Lettori Portatili

ore 20,00 check-out per CFP

 

SABATO 5 MAGGIO

ore 9,30 Registrazione dei partecipanti/check-in per CFP

ore 10,00 Seconda sessione: conversazione sul tema

“RAI. PER UN SERVIZIO PUBBLICO DI QUALITA’, LIBERO E INDIPENDENTE”

Da anni si parla di una vera riforma del servizio pubblico radiotelevisivo che liberi la Rai dal controllo e dal condizionamento di governi, partiti e lobbies sul modello Bbc in cui la “governance” sia rappresentata da fondazioni e associazioni che garantiscano qualità, indipendenza e pluralismo nell’informazione. La proposta che accanto all’auditel si definisca un “qualitel” o un “utilitel”, indici di qualità e di utilità sociale dei programmi televisivi

Intervengono:

VITTORIO DI TRAPANI (Segretario Nazionale Sindacato Giornalisti Rai)
RENATO PARASCANDOLO (Direttore concorso “Una nuova carta d’identità della Rai)
MARINO SINIBALDI (Direttore Radio3)
VINCENZO VITA (Presidente Archivio Audiovisivo Movimento Operaio e Democratico)

ore 13,00 – 14,30 PAUSA PRANZO
ore 14,30 Terza sessione: conversazione sul tema

“NO HATE SPEECH. NO AL LINGUAGGIO DELL’ODIO”

L’immigrazione si intreccia inevitabilmente all’informazione e al linguaggio. Sono molte le trasmissioni televisive e i giornali che danno una rappresentazione distorta dei fenomeni migratori, semplificando, generalizzando, utilizzando terminologie che alimentano l’odio nei confronti di minoranze etniche. Un’informazione seria ed equilibrata deve ripartire da un codice linguistico appropriato che si ispiri ai principi sanciti dalla Costituzione.

Intervengono:

VALERIO CATALDI (Giornalista Tg2, Presidente “Carta di Roma”)
ANDREA IACOMINI (Portavoce Unicef)
ROBERTO NATALE (giornalista Rai)
ANGELA CAPONNETTO (giornalista RaiNews24)

Conclude

STEFANO CORRADINO

ore 17,30 check-out per CFP

Evento deontologico pubblicato sulla piattaforma SIGEF OdG con riconoscimento di 15 CPF

Per sostenere l’evento con un contributo alla campagna di crowdfounding: http://sostieni.link/17552

 

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login