Terzino (Pd): “Rispettare i morti significa rispettare il loro ricordo e la storia di Piazza XXIX Marzo”

Categoria: Archivio notizie,Politica,Secondarie

“L’apertura della sede di CasaPound in Piazza XXIX Marzo è un atto di sfregio per chi ha perso la vita per mano fascista, per la città stessa da sempre democratica e antifascista”. Così Maurizio Terzino, primo cittadino di Fabro e candidato alla Camera dei Deputati interviene a gamba tesa nel dibattito in corso.

“I fatti di Macerata – afferma – ci impongono una seria riflessione sulle associazioni o movimenti che si ispirano al nazionalismo, alla xenofobia e al fascismo. In presenza di un dinamismo sempre più crescente e preoccupante di organizzazioni che richiamano determinate ideologie, è urgente che tutte le forze democratiche siano unite e che si attivino per un processo di fermo contrasto a chi vive fomentando paura ed insicurezza ed inventando nemici.

Orvieto è storicamente una città culturalmente vivace, europea e aperta al mondo che non riconosce muri e non conosce la cultura dell’odio. Bisogna quindi fare attenzione ad un’organizzazione politica che mette in discussione valori che vengono prima delle idee politiche, siano esse di destra o sinistra. La mancanza di cultura e di conoscenza storica, e la mancanza di umanità, porta a questi obbrobri.

Non è un processo alle intenzioni, ma va sottolineato che CasaPound Orvieto ha promosso alcune iniziative come quella della ‘Passeggiata della Sicurezza’ – che somigliava più ad una ronda di quartiere – è vero non ha mai fatto del male a nessuno, ma come organizzazione si rifà alle idee del fascismo. Le istituzioni del territorio terranno alta la guardia e vigileranno affinché la storia e i valori costituzionali vengano rispettati”.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login