Torna il sorriso in casa Azzurra

Categoria: Archivio notizie,Sport

 

 

L’esame Virtus Cagliari è stato superato. Dopo 3 turni di stop c’era bisogno di ritrovare il parquet amico del PalaPorano ma, soprattutto, di ritrovare gioco ed intensità difensiva.

Piccola variazione nello starting five della squadra di casa che scende in campo con Porcu, Manfrè, Rupnik, Bambini e Coffau. Virtus Cagliari risponde con Puggioni, Raiola, Georgieva, Orsini e Podda.
Palla a due e possesso alla squadra ospite. Le ragazze di coach Romano difendono bene e portano le cagliaritane allo scadere dei 24 senza realizzazione. Si ribalta il fronte, Manfrè prende subito possesso del pitturato, riceve palla ed insacca i primi due punti del match subendo anche il fallo che la manda in lunetta per il tiro libero aggiuntivo: 3-0 Azzurra. Nell’azione di attacco successiva una buona circolazione di palla mette Rupnik nella condizione di prendersi un buon tiro dall’arco dei 6,75. La mano della guardia slovena è calda e la realizzazione perfetta.

Buona partenza della squadra targata Ceprini e buona tenuta per tutto il quarto, che si chiude con un sicuro 28-12. Il secondo periodo segue lo stesso copione: la Azzurra trova buone realizzazioni e nell’altra metà del campo contiene le iniziative di Georgieva, Orsini e compagne. Alla sirena il punteggio è sul 47-21.
Al ritorno dagli spogliatoi, complice forse quanto scritto sul tabellone luminoso, il rendimento è leggermente diverso. Sempre con un parziale a proprio favore, la squadra di coach Romano ha un lieve calo di attenzione senza però permettere alle sarde di imbastire un recupero. L’ultimo periodo è di pieno controllo e di ampia rotazione sulla panchina bianco rossa.

Si chiude con il punteggio di 80-48 ma, soprattutto, con diverse note positive. Nelle prime due frazioni di gioco la squadra ha interpretato bene la partita mettendo in pratica quanto preparato in settimana. Manfrè, Rupnik e Porcu, autrice di 23 punti e di un sonoro 35 di valutazione, portano in campo tutta la loro esperienza. Aumentano i minutaggi delle più giovani, Coffau si guadagna l’avvio in quintetto e Bambini conferma la sua striscia positiva con una prestazione eccellente. Oltre 32 minuti giocati, 10 punti messi a segno e 12 rimbalzi che fanno segnare la prima “doppia doppia” della stagione, 4 stoppate ed un 16 di valutazione che sintetizza qualità e determinazione della giocatrice toscana.

La squadra ritrova il pubblico del PalaPorano, il gufo-mascotte Sergino torna nuovamente sulla panchina delle mura amiche e zittisce tutti gli altri gufi fuori.
Un bel sabato di basket ed un sorriso nuovamente e piacevolmente ritrovato. Dopo aver fatto un nuovo pieno di energie testa e gambe alla sfida con Palermo.
Prossimo appuntamento al PalaPorano Sabato 25 Novembre per il derby umbro contro Pallacanestro Femminile Umbertide.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login