Raccolta rifiuti nel’acquesiano, si può fare meglio e di più

ACQUAPENDENTE – Dati raccolta rifiuti globalmente buoni ma, poiché in passato si è fatto meglio, assolutamente necessari di miglioramento. Questo in pillole per quanto concerne Acquapendente, quanto si può evincere dal qualificato ed interessante studio presentato dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale che effettua una vera e propria “cartina di tornasole” della raccolta rifiuti dal 2010 al Settembre 2017. E che dovrà far riflettere Comune, Cooperativa incaricata e cittadini sul fatto che ci si dovrà ancora rimboccare le mani per raggiungere step maggiori di virtuosità.

Dai dati generali risulta che l’attuale raccolta differenziata nel centro altoviterbese tutti riconducibili alla unità di misura di massa a denominazione tonnellata si attesta a 1.359.980 Dato positivissimo visto che negli ultimi sette anni non si era mai raggiunto questo picco. Per quanto riguarda i rifiuti urbani ci si attesta su 2.593.070 (risultati migliori ottenuti nel 2011-2012). Il dato raccolta differenziata si attesta sul 52.45 (si era fatto meglio nel 2011, nel 2012, nel 2015). Lo stesso dato procapite (chilogrammi-abitanti-anno) si attesta su 249.58 (si era fatto meglio nel 2011 e nel 2012). Ed infine per quanto riguarda i rifiuti urbani pro capite (chilogrammi-abitante-anno) ci si attesta su 475,88 (meglio si era fatto nel 2011 e nel 2012). Il trand non varia quando si scende nello specifico. Per quanto riguarda la tipologia ingombranti misti il dato si attesta su 87,150 (meglio si era fatto nel 2012).

Alla tipologia carta-cartone il dato si attesta su 240,320 (meglio si era fatto nel 2015). Alla tipologia frazione organica ci si attesta su 525.560 (meglio si era fatto nel 2012 e nel 2013). Per quanto riguarda la tipologia legno ci si attesta su 56,440 (si era ottenuti risultati più confortanti nel 2012 e nel 2013). Alla voce metallo si abbina 98,020 (si era fatto meglio nel 2011 e nel 2012). Il top si raggiunge alla voce rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Mai si era raggiunto l’attuale 91,210. Alla voce selettiva si abbina 2,350 (meglio si era fatto nel 2010-2011-2013). Alla voce tessili 20,380 (meglio si era fatto nel 2015). Dato nettamente da migliorare alla voce raccolta vetro. Visto che rispetto agli attuali 207,50 si era fatto meglio nel 2010-2011-2012-2015.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login