Incontro letterario nel pomeriggio di Ciclostile con Dario Pontuale e Cristina Ubaldini

Categoria: Archivio notizie,Cultura

 

ORVIETO –  I classici di Jack London e Luigi Capuana saranno protagonisti del pomeriggio di CicloStile, venerdì 17 novembre, alle ore 18.30. In tale data si terrà presso lo spazio condiviso di corso Cavour 3 la presentazione delle novità della collana Gli Eletti, pubblicati dalla casa editrice Alter Ego: “Finis e La fine della storia” di Jack London e “Il drago e Il tesoro nascosto” di Luigi Capuana. All’evento interverranno Dario Pontuale, scrittore e critico letterario, curatore dei due volumetti, Cristina Ubaldini, già collaboratrice della cattedra di Letteratura Italiana dell’Università “Tor Vergata” e studiosa di classici, e Gianluca Fioravanti della Libreria Arcimboldo in veste di moderatore.


Come recita la prefazione di Donato di Stasi, “Finis: una tragedia nel lontano Nord-Ovest e La fine della storia” di London sono due racconti del 1916, pubblicati in Italia nel 1938 in “Le tartarughe di Tasman” e tradotti all’epoca da Gian Dàuli. “Sembrano lontani nel tempo – commenta di Stasi –, consegnati a un passato immemoriale, rappresentano invece, seppure a parti rovesciate, due aspetti sostanziali del nichilismo che, allora come oggi, perseguita la nostra epoca sciagurata. Nonostante i cambiamenti avvenuti in cento anni di storia, le tragedie in prosa di Jack London conservano intatto il loro valore, la loro imperscrutabile sete di vita e di morte”.
Cristina Ubaldini, che introduce i due racconti di Capuana, la novella “Il drago” e la fiaba “Il tesoro nascosto”, dopo un breve excursus sul potere salvifico della fiaba, si immerge nell’analisi dei testi e così sintetizza: “Nella novella domina la dimensione umana, in una declinazione verista, e vi si riconosce l’impossibilità del miracolo. Nella fiaba, invece, la magia è strumento indispensabile per conferire all’uomo gli strumenti che gli consentono di stare al mondo con dignità. In entrambi i casi si impara che nessuno può cambiare il corso del destino”.

Dario Pontuale, nato a Roma nel 1978, è scrittore e critico letterario. Per Bordeaux Edizioni ha pubblicato i romanzi: “La biblioteca delle idee morte” (2007), “L’irreversibilità dell’uovo sodo” (2009) e “Nessuno ha mai visto decadere l’atomo di idrogeno” (2012). È autore della raccolta di saggi “Ho visto il film” (Valigie Rosse, 2014) e della biografia critica “Il baule di Conrad” (Nutrimenti, 2015). Ha curato edizioni di Flaubert, Zola, de Maupassant, Musil, Salgari, Stevenson, London, Svevo, Puškin, Tolstoj e Cechov.

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login