Un’anomala caccia al cinghiale, in sei finiscono nei guai

Categoria: Archivio notizie,Cronaca,Secondarie

Cacciavano al cinghiale in modo non consentito operando di fatto in battuta senza avere le autorizzazioni idonee e con modalità vietate. Per questo sei cacciatori di Orvieto sono stati multati dalla polizia provinciale nell’ambito di controlli mirati in una zona impervia del territorio comunale. I sei cacciatori erano tutti registrati come cacciatori singoli e non da battuta ma avevano costituito sul posto una squadra senza averne i requisiti richiesti e senza autorizzazioni e senza predisporre le necessarie tabellazioni.
Gli agenti della polizia provinciale li hanno individuati mentre eseguivano le operazioni di caccia e in base ai loro appostamenti hanno accertato che non si trattava di caccia espletata in forma singola. Per questa ragione sono state elevate contravvenzioni da 100 euro per ciascuno, per un totale di 600 euro. Dal comando provinciale sottolineano che il fenomeno dei comportamenti non conformi in materia di caccia sta aumentando, soprattutto per la carenza di controlli organici e continui dovuta alla riduzione di personale della polizia provinciale che non può quindi più essere presente sul territorio come invece avveniva in passato.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login