La Azzurra ci crede, Civitanova è battuta

Categoria: Archivio notizie,Sport

 

Quattro, come i periodi di gioco di una partita decisa solo nel finale. Quattro, come i falli di Manfrè alla fine del secondo quarto. Quattro, come i palloni recuperati da Rachele Porcu. Quattro, come i punti in classifica dopo due giornate di campionato.
Romano decide per uno starting five con Porcu, Manfrè, Rupnik, Bambini e Lombardo. Civivtanova risponde con Rosier, Perini, Mataloni, Ostojic e Ceccarelli. Le due amichevoli della pre-season sono acqua passata ed ora si fa sul serio: ci sono due punti importanti da aggiungere in classifica ed entrambe le squadre vogliono scriverli accanto al proprio nome. La palla a due dà il via a un repentino susseguirsi di cambi di fronte, Manfrè prende in carico Ostojic aprendo il valzer delle sportellate sotto canestro, entrambi i quintetti girano come devono e la partita è in perfetto equilibrio: 9-9 a metà del primo quarto e 18-13 alla sirena.
Nel secondo quarto coach Matassini sprona le sue e riesce a rosicchiare appena il margine della Azzurra nonostante l’intensità difensiva delle padrone di casa. Ostojic è sempre da tenere sotto controllo e Manfrè è costretta ad andare a referto per il quarto fallo personale. Parziale di 13-15 per le marchigiane e partita ancora in equilibrio con il tabellone sul 31-28. Calma, ci sono ancora 20 minuti di gioco e c’è bisogno di trovare il giusto varco per conquistare il fortino delle ragazze in maglia blu.

Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia, le due squadre si rispondono colpo su colpo e nessuna delle due riesce a piazzare un break vincente. Un tecnico fischiato a coach Romano mette nelle mani delle civitanovesi un potenziale di 5 punti, che realizzano però solamente i 3 liberi senza poi finalizzare il successivo possesso.
Ad una manciata di secondi dalla fine del periodo Civitanova è in testa e Grilli deve tirare fuori dal cilindro una tripla sulla sirena per riportare nuovamente il punteggio a favore della squadra di casa: 51-50 a dieci minuti dalla fine.
Il fattore campo indice, il pubblico mette via la propria timidezza iniziale e spinge la squadra sostenendola in ogni azione. Porcu dirige, Bambini non si tira mai indietro, Manfrè è ancora in campo con 4 falli, tutte danno il massimo per portare a casa il risultato. Un piccolo break a favore e la Azzurra Ceprini mette in sicurezza la partita. Gli ultimi due minuti sono di controllo e alla sirena il tabellone segna 66-58.
È fatta, si può ballare!

Azzurra Ceprini- Infa Civitanova 66-58

Azzurra Ceprini: Porcu R. 15, Grilli S. 8, Petronyte S., Kolar I. NE, Rupnik E. 16, Boni R., Manfrè G. 15, Bambini A. 5, Lombardo M. 7, Coffau E., Presta C. NE, Chrysanthidou N.
All: Romano Massimo.

Infa Civitanova: Orsili A. 6, Rosier J. 5, Paoletti A. NE, Perini V. 15, Bocola G. 2, Mataloni M. 15, Trobbiani J., Ostojic K. 15, Marinelli E., Stronati F. NE, D’Amico M. NE, Ceccarelli S.
All: Matassini Alberto Maria.

Parziali: 18-13, 31-28, 51-50, 66-58


Devi essere registrato per inserire i commenti Login