Il Comune incontra i cittadini. Le esigenze dei residenti di San Giovenale a Orvieto e quelli della frazione di Canale

Categoria: Archivio notizie,Secondarie

 

ORVIETO – Maggiori controlli sulla sosta selvaggia, verifica più puntuale dei “posti invalidi” attualmente concessi, riorganizzazione degli spazi urbani ed in particolare di Piazza San Giovenale, ulteriori approfondimenti sugli orari di apertura del varco elettronico e sulle tipologie di permessi che potranno essere concesse e la messa a disposizione per nuclei familiari con più auto, di aree di sosta a tariffe agevolate.
Queste le richieste emerse durante l’incontro tra amministrazione e cittadini svoltosi al ristorante Al San Giovenale mercoledì sera.
La riunione ha visto una forte partecipazione e ha dato modo ai presenti di esprimere le proprie osservazioni e proposte, soprattutto ha permesso di illustrare e di chiarire le esatte funzioni del varco, ovvero: il varco non è un muro, bensì uno strumento che permette di controllare e gestire i flussi secondo le necessità dei cittadini, e come tale può essere modulato secondo orari, giorni, stagioni, eventi particolari o specifiche esigenze di viabilità. “Dall’incontro è emerso in maniera unanime – è intervenuto  l’Assessore alla Mobilità, Andrea Vincenti che la situazione attuale del quartiere, dal punto di vista della viabilità e della sosta, è assolutamente inaccettabile e anche pericolosa, pertanto tutti hanno concordato che sono necessari degli interventi.
Su ciò che è opportuno fare, come è naturale, ci sono opinioni anche divergenti ma sono stati molti i contributi raccolti, dei quali l’Amministrazione Comunale cercherà di fare tesoro al momento di assumere le decisioni. Indicazioni importanti sono giunte dal confronto circa l’orario possibile di funzionamento del varco elettronico, nonché riguardo alle categorie di permessi cui dovrà essere consentito l’accesso all’area”. “Gli uffici – prosegue – sono già al lavoro per definire nel dettaglio i provvedimenti necessari ad attenuare al massimo l’impatto delle limitazioni di traffico sull’ordinato svolgimento della vita del quartiere. Confermo sin da ora, che la linea ‘C’ che già raggiunge il quartiere di San Giovenale con corse regolari ogni 20 minuti sarà resa gratuita ogni giorno, ad ogni ora. Confermo altresì che l’orario di esercizio degli ascensori è stato già prolungato tutti i giorni fino alle 02 e che ben presto saranno resi operativi in via definitiva h24”.
Ai partecipanti all’incontro, sono stati consegnati sia il documento relativo al piano di interventi sulla mobilità del centro storico (già pubblicato in occasione del ciclo di incontri del Q.S.V. svoltosi nel 2015, all’interno del quale erano previsti gli interventi specifici per il Quartiere Medievale) sia alcune tavole riepilogative del percorso della circolare “C” e delle distanze pedonali tra i vari punti del quartiere e tra il quartiere ed il resto del centro storico.

Altrettanto partecipato è stato l’incontro avvenuto a Canale voluto dal Comitato cittadino della frazione. Vi hanno partecipato il Sindaco, Giuseppe Germani, il Presidente del Consiglio Comunale, Angelo Pettinacci, l’Assessore ai Lavori Pubblici, Floriano Custolino.
“Tra i temi sollevati – riassume il Sindaco, Giuseppe Germani – vi sono: la ristrutturazione del secondo piano del Centro Sociale dopo che l’Amministrazione ha già provveduto al rifacimento del tetto dell’edificio e la bonifica e sta per realizzare la bonifica di un piccola porzione di copertura adiacente allo stesso edifico; la riqualificazione della zona sportiva e dei giardini attraverso la necessaria manutenzione straordinaria del campo da calcetto esistente e della zona circostante per favorire l’attività fisica e sportiva di bambini e ragazzi, ma anche momenti di aggregazione per il quartiere anche mediante il potenziamento della pubblica illuminazione; la moderazione della velocità riattivando, anche d’intesa con la Provincia di Terni, la segnaletica luminosa già esistente ed estensione del sistema della video sorveglianza che, oltre ad essere funzionale alla sicurezza cittadina venga utilizzata anche come deterrente alla velocità; infine, è stata prospettata la possibilità di attivare un contatto con Poste Italiane finalizzato alla installazione di uno sportello bancomat bancoposta nella piazza centrale”.
 “Nel ringraziare i cittadini per il confronto, pacato e costruttivo, che hanno portato avanti – aggiunge  –  l’Amministrazione Comunale si è impegnata a risolvere le criticità attivandosi sin da subito per alcune delle problematiche sollevate, rimandando però alla programmazione economico-finanziaria del Comune del 2018 di prossima stesura, la pianificazione di una serie di interventi tecnici che comportano i necessari investimenti”. 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login