Tempo di bilanci per Atomic Garden e A Bouche Bèe: “Il risultanto, un gran successo”

Categoria: Archivio notizie,Cultura,Secondarie

di Valentino Saccà

ORVIETO – Agosto sta volgendo al termine e anche questa lunga estate calda. Ora è tempo di bilanci dei tantissimi eventi che hanno vivacizzato l’estate orvietana con Atomic Garden e A Bouche Bèe, eventi top racchiusi nel cartellone Agosto all’Albornoz.

Riguardo alla seconda edizione di Atomic Garden, Festival della creatività giovanile, gli organizzatori si ritengono molto soddisfatti, l’edizione è ben riuscita, con un’affluenza di circa 3000 persone nel primo fine settimana (Atomic Garden), e di circa 5000 nel complessivo periodo di “Agosto all’Albornoz”Antonio Sessa di Seven Marts e gli altri organizzatori hanno ringraziato l’amministrazione comunale, la protezione civile, Collettivo Teatro Animazione, Uisp Orvieto Medio Tevere, e gli sponsor Norcineria Oreto, Easymedia, Bar PianoB, Caffè Costanzi e Albergati per la preziosa collaborazione.
Dopo questo incoraggiante successo i ragazzi atomici stanno già pensando all’edizione 2018, sicuri che le collaborazioni consolidate in questi anni possano contribuire a rendere di nuovo i giardini della Fortezza Albornoz uno degli spazi estivi più affascinanti della Rupe. Anche Valentino Valentini e il Collettivo Teatro Animazione si ritengono soddisfatti per A Bouche Bèe. Giunta alla sua 3a edizione la festa degli anni 50 si è chiusa con un gran successo nonostante le incertezze per il cambio di location da piazza Del Popolo ai Giardini dell’Albornoz.
Quest’anno – ha spiegato  Valentino Valentini – abbiamo rischiato di non poter fare il festival a causa di molte difficoltà, prima fra tutte la mancanza delle risorse finanziarie e le nuove stringenti direttive sulla sicurezza della ormai famigerata Circolare Gabrielli“.Siamo però riusciti nel nostro intento – ha proseguito Valentino Valentinigrazie a un invito giunto dall’Associazione Seven Marts e dal Comune di Orvieto ad unire le forze e presentare un progetto unico volto a rivalorizzare una location come la Fortezza Albornoz”.

Valentini e il Collettivo Teatro Animazione hanno ringraziato Comune di Orvieto nella figura del sindaco Giuseppe Germani, all’ assessore al turismo Andrea Vincenti e all’assessore alla Cultura Alessandra Cannistrà, gli sponsor e i sostenitori: Microrad, Cassa di Risparmio di Orvieto, Oreto Norcineria, BeeLocal e Febo, Elisa Parrucchiera, Centro Estetico Roberta.

Inoltre Valentini ha sottolineato “Fare rete con altre realtà ed associazioni culturali della città è stata una mossa vincente. La presenza dei banchetti dei promotori di Santa Perduta, la collaborazione con la UISP di Orvieto grazie a Federica Bartolini, Ciclostile per la Be Bop Bike, la Libreria Arcimboldo, gli Amici Vespisti del Vespa Club, i singoli proprietari delle bellissime auto d’epoca, i fotografi fra i quali Filiberto Mariani di Orvieto24 e i fotografi di FotoAmaOrvieto e tutti gli altri sponsor”.

Con il bilancio chiuso in positivo Atomic Garden e A Bouche Bèe ci danno appuntamento alla prossima estate orvietana.

Foto in evidenza all’articolo di Rossana Astrid Aldrighi.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login