Sarà l’artista Mario Vinci a restaurare la statua di Girolamo Fabrizio ad Acquapendente

ACQUAPENDENTE – Il Comune di Acquapendente ha commissionato all’artista Mario Vinci, la sistemazione della statua di Girolamo Fabrizio completandola con il bisturi mancante in quanto trafugato da oramai molti anni da ignoti profanatori notturni. Pittore, scultore e ceramista, Vinci nasce nel 1934 ad Acquapendente ed inizia la sua attività nel 1950 come apprendista ceramista presso la locale manifattura “Fuschini & Rosa” divenendo allievo di Elia Rosa.
Nel 1953 si trasferisce a Roma dove diventa collaboratore dello scultore Assen Peikov. Negli anni sessanta si trasferisce prima negli Stati Uniti e poi in Germania dove collabora con vari artisti. Nel 1968 torna i Italia ed apre uno studio artistico. Dopo un nuovo periodo di soggiorno all’estero, tornato ad Acquapendente, nel 1977 apre un proprio laboratorio ceramico denominato “Ceramiche San Francesco”.
La statua oggetto di nuovo maquillage, è stata costruita nel 1888 dallo scultore Tito Sarrocchi con estrema meticolosità e con lo scopo di creare la condizione migliore per la fruibilità del monumento al pubblico. Non avendo riferimenti, oltre ad un antico ed impreciso ritratto, Sarrocchi decise di riprendere la fisionomia del suo amico Giuseppe Porri, colto libraio editore senese che fece dono alla sua Città di una interessante raccolta di libri e di stampe antiche.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login