Resoconto dell’ultima partita che ha visto impegnata la Polisportiva Vigor allo stadio Vitali

Categoria: Archivio notizie,Sport

ACQUAPENDENTE – POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE: Pasquini (35° st Poppi), Zucca (15° st Raspoli), Fanelli, Picchiotti (27° st Nardini), Colonnelli (38° st Bedini), Scigliano (22° st Virtuosi), Coccetti (24° st Vitale), Burla (37° st Illiano), Broccatelli (30° st Belardi), Zammarchi (15° st Cecconi), Femia (24° st Ranucci)
ALLENATORE: Centaro

SESTESE: Niccolai (27° st Moneti), Guidotti (1° st Zellini), Canali (1° st Bani), Panelli (1° st Chiti), Ammanati, Simoni (1° st Corchia), Vezzi (1° st Molla), Bettazzi (1° st Alessando Bonfanti), Marseglia (1° st Ridolfi), Olivieri (1° st Ravanelli), Vettori (1° st Andrea Bonfsnti)
ALLENATORE: Gutili

MARCATORI: 26° pt Zammarchi (PVA), 29° st Corchia (S), 40° st Molla (S)

Dall’extratorrido catino del Vitali la Vigor esce con la forte consapevolezza di avere una “base gioco” su cui lavorare tanto solida quanto di qualità per trascorrere una stagione in tutta tranquillità. Per tutto il primo tempo, infatti, i toscani non sono sembrati assolutamente una formazione di Categoria superiore. Zammarchi prima delizia con verticalizzazioni poi segna al minuto 26. Imbeccato da Broccatelli, il difensore Fanelli dimostra anche capacità in fase offensiva stoppando e tirando dalla distanza (solo una gran intervento di Niccolai salva i toscani dal 2-0), Femia conclude alto ma dimostra di iniziare a dialogare intelligentemente con Zammarchi. Due conclusioni di Bettazzi ed una di Panelli fuori di poco per la Sestese. La decisione di Gutili di cambiare in blocco la propria squada ad inizio ripresa, dà la spinta giusta ai toscani che prima al 29 con Corchia e poi al 40° con Molla ribaltano il match. Chiamati ad una fase solo ed unicamente di interdizione i viterbesi stringono i denti e combattono. Ridolfi (conclusione di poco fuori ai minuti 9 e 15), Corchia (conclusione a lato dopo una bella azione di prima al minuto 10), Vettori (traversa al minuto 28) e due stacchi di testa di Molla al minuto 18 ed al minuto 42 sanciscono una condizione fisica aquesiana ancora non perfetta ma, soprattutto, che ci sarà ancora molto da pedalare e faticare per raggiungere il top.

 

 

IL DOPOPARTITA

Prima di seguire con attenzione la fase di defatigamento dei propri giocatori, i due tecnici analizzano di fronte ai nostri taccuini la gara : “Per questa seconda uscita”, sottolinea il Tecnico della Sestese Gutili, “ho deciso di far giocare nel primo tempo i giocatori con il maggiore tasso d’esperienza. Seppur ancora in rodagio, mi aspettavo qualcosa di più da loro. Non sono stato contento di come si sono espressi e chiedo molto di più dalla prossima uscita. Definirei il termine giusto con male. I giovani inseriti a iosa nella ripresa hanno dato ritmo giusto. Quello che volevo già nel primo tempo. Tanto di cappello comunque alla Vigor. La loro qualità di gioco ci ha dato più di un grattacapo. Ma anche loro nel secondo tempo hanno dimostrato che avranno tanto da lavorare”, “Davvero buono il nostro primo tempo” sottolinea Centaro. “Al di là dell’aver trovato il goal che è sempre buona casa abbiamo realizzato con discreta continuità il percorso idea gioco che avevamo programmato nel pre-gara. Nella ripresa ho realizzato amplissimo turn-over. Seppur subito un po’ l’alzata “asticella ritmo” della Sestese ho avuto buone indicazioni per poter continuare a lavorare”. Aquesiani di nuovo in campo Sabato 19 alle ore 16.00 come sottolineato dal Direttore Sportivo Giuseppe Olimpieri. Che ha seguito il match a bordo campo assieme ai massimi Dirigenti. Occasione per fare il punto della situazione e valutare se c’è la possibilità di aprire “nuove finestre mercato” per potenziare l’organico. Si parla con insistenza di rafforzare soprattutto un reparto offensivo che possa consentire al Tecnico di avere una più vasta gamma di soluzioni a disposizione.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login