In visita a Norcia Laura, la bimba ligure che dopo il terremoto donò 5 euro

PERUGIA – Laura Gaggero, la bambina ligure che donò 5 euro al comune di Norcia per aiutare i terremotati, ha avverato il sogno di visitare l’Umbria per vedere con i propri occhi le zone colpite dal sisma. La bimba, 9 anni residente a Ne in provincia di Genova, è giunta a Norcia il 30 agosto, accompagnata dai genitori e dalla sorellina, accettando l’invito dell’assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini.

La piccola, lo scorso dicembre, era stata contattata in videochiamata dall’assessore “per ringraziarla, a nome di tutta l’Umbria, per il bel gesto di solidarietà che ha dato speranza alla nostra comunità“. In quell’occasione l’assessore Barberini aveva anche invitato la bimba a visitare la nostra regione durante l’estate: Laura ha accolto “con entusiasmo” l’invito ed è venuta a Norcia con la famiglia. Guidata dall’assessore, presente il vicesindaco della città, Pierluigi Altavilla, Laura ha fatto una passeggiata nel centro storico terremotato, ha parlato con alcuni abitanti, degustato alcuni prodotti tipici, salutato i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine e ha visto la Basilica di San Benedetto crollata in seguito alle scosse sismiche.

Sono molto contenta di essere qui – ha detto la bambina per la prima volta a Norcia – e che abbiano ricostruito un po’ anche con i miei soldini. Avevo visto Norcia sulle foto dei miei genitori che erano venuti tanto tempo fa, poi ho visto le case crollate in TV e ho pensato di mandare i soldi che mi aveva portato il topolino dei dentini al Comune di Norcia”. Laura ha anche mandato gli “auguri per il nuovo anno scolastico ai bambini di Norcia e dell’Umbria”.

La visita della piccola Laura – ha detto Barberinirappresenta un bel segnale di ottimismo, fiducia e speranza per l’Umbria intera. Il dono che ha fatto al comune di Norcia, invitando altre persone a essere solidali con le zone terremotate, è stato un gesto di straordinario valore che, nei giorni difficili dell’emergenza, ha fatto sentire la vicinanza di tutta l’Italia alle popolazioni colpite dal sisma, soprattutto ai bambini che non avevano più casa o scuola. Quando azioni del genere vengono dai più piccoli, è un bel segnale per il futuro del Paese. Sono certo che questa giornata rimarrà nel cuore degli abitanti di Norcia e di tutti gli umbri, come stimolo e incoraggiamento per la rinascita delle zone terremotate e per il rilancio dell’Umbria”.

Come “segno di concreto di riconoscenza“, Barberini ha donato alla piccola Laura una riproduzione dello stemma della Regione Umbria, la medaglia ufficiale del Consiglio regionale, una pubblicazione sulle bellezze della regione e una confezione di Baci Perugina.

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login