Al Fanum Voltumnae scavi aperti in notturna col concerto tributo a De Andrè

Categoria: Archivio notizie,Territorio

ORVIETO – Dopo la “Notte bianca al Fanum Voltumnae” che si è svolta il 5 agosto scorso, per la serata di giovedì 17 agosto alle ore 21:00 l’Associazione Campo della Fiera / Onlus propone un nuovo appuntamento che si terrà presso l’area archeologica di Campo della Fiera in località Tamburino / Ponte del Sole. Non servono prenotazioni.

Si tratta del concerto tributo a Fabrizio de Andrè del gruppo “Mi innamoravo di tutto”, dedicato a Claudia Giontella. Seguirà la visita guidata dello scavo a cura della prof.ssa Simonetta Stopponi, direttore scientifico delle campagne di scavo.

Il servizio d’ordine sarà coordinato dal personale della Protezione Civile. Per info (tel. 349.4641648).

Come è noto, in tanti anni di ricerche, le indagini hanno messo in luce un ricco palinsesto di strutture che testimoniano come il luogo fu frequentato per più di duemila anni, dal VI sec. a.C. al XV secolo. La moderna critica archeologica è oramai concorde nel riconoscere l’area di Campo della Fiera quale sede del Fanum Voltumnae, il santuario federale dove si riunivano annualmente i rappresentanti delle più importanti città etrusche per prendere decisioni di interesse comunitario.

Le iniziative divulgative promosse dall’Associazione Campo della Fiera hanno lo scopo di far conoscere da vicino e far apprezzare al pubblico, la gran parte del patrimonio etrusco di Orvieto, conservato e/o ancora da svelare nel Parco Archeologico Ambientale dell’Orvietano.

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login