A Monteleone tra impegno, tradizione e divertimento disco verde alla Rimpatriata 2017

Categoria: Archivio notizie,Territorio

 

MONTELEONE D’ORVIETO – Tra proposte più impegnate, tradizionali, eventi gastronomici, sport e momenti di semplice divertimento da vivere nelle suggestioni del centro storico, per le vie del paese e immersi nel cuore del verde umbro: questa la proposta della Pro Loco di Monteleone d’Orvieto che tra qualche giorno taglierà il nastro per dare avvio ai tradizionali festeggiamenti della Rimpatriata.
La prima che sarà guidata dal presidente Stefano Cappelloni e che ha visto in moto la sua squadra, che punta sulla continuità della proposta ma anche sul coinvolgimento dei giovani. “Ad oggi sono quattro –fa sapere Cappelloni– e a loro, visto lo stile di vita dei ragazzi che ormai sono sempre connessi, è stata affidata la gestione dei social”. Questa la prima novità della Rimpatriata 2017, che si prospetta con una finestra sul mondo attraverso internet, “per il momento grazie alla nostra pagina Facebook e poi implementando anche il sito internet”.
Un impegno quest’ultimo che probabilmente troverà gambe solo a Rimpatriata finita, quando inizierà la fase numero due.
“La Pro Loco deve riuscire a mettere insieme tutte le iniziative di promozione del nostro comune – ha spiegato il presidente- cercando di fungere da collante, da ponte per tutto quello che viene promosso dal mondo dell’associazionismo nel corso dell’anno”. Un progetto ambizioso quello della Pro Loco di Monteleone d’Orvieto, che ha debuttato nei mesi scorsi con l’inaugurazione della Chiesina della Madonnuccia a Pian Pistolla e che per agosto propone il corteo storico per il 13 (una domenica), rompendo la tradizione della disfida del 16. “Questo – ha spiegato Cappelloni- per agevolare la partecipazione dei figuranti, che sicuramente saranno più liberi di prendere parte alla rievocazione nei giorni del fine settimana, e per riuscire ad attrarre un maggior pubblico possibile”. Festeggiamenti, quelli di quest’anno, che si aprono in onore degli sportivi e della folta platea juventina monteleonese, ma soprattutto dell’impegno sociale: il 7 agosto alle 17,30, infatti, Sergio Brio (anche grazie al supporto dato all’organizzazione da Andrea Petrangeli) sarà a Monteleone d’Orvieto per la presentazione del suo libro “Sergio Brio L’ultimo 5topper” (realizzato con Luigia Casertano e con la presentazione di Giampiero Boniperti). A moderare l’iniziativa la giornalista Livia Di Schino, che nel 2015 assieme all’ispettore archivistico onorario Sergio Giovannini ha curato il libro “La Rimpatriata”.
“Quella con Brio –precisa Cappelloni- vuole essere uno dei momenti più importanti della Rimpatriata in quanto, come precisato nella quarta di copertina, ha deciso di offrire questo libro alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro e, per questo, auspico che ci sia una bella risposta da parte della popolazione e da parte di tutti coloro che sono interessati ai temi legati allo sport. Non pochi se pensiamo a quanti si trovano al bar a seguire o a discutere il campionato…”.
Tra gli eventi tradizionali, il “Lancio della Sfida” che si terrà l’11 agosto alle ore 18,30 in piazza Pietro Bilancini, “Stasera parliamo di…” – discussioni con Sergio Giovannini sulla storia, la cultura e le tradizioni di Monteleone al Museo Parrocchiale – Chiesa di Sant’Antonio il 12 agosto alle ore 17,00, “Monteleone in strada” il 14 agosto a partire dalle 22,00 e la tradizionale Tombola paesana all’ombra della Torre dell’Orologio il giorno di Ferragosto alle ore 19,00, dopo la sempre festosa esibizione della banda musicale. A non mancare anche quest’anno momenti sportivi, come la passeggiata ecologica in mountain bike la mattina del 13 agosto, la tradizionale “Scarpinata” con partenza dalla Porta Nord la mattina del 14 agosto e l’esibizione della Uisp Scherma di Orvieto il pomeriggio del 16 agosto. Da programma tra i momenti più attesi, la giocosa “Caccia al tesoro” per il centro storico la mattina del 12 agosto, la rappresentazione in notturna della compagnia teatrale “Un sacco DiVersi” de “Il chiaro di luna” del 13 agosto e la lettura delle “Poesie di Nando” al Belvedere il pomeriggio del 14 agosto. Tutte le serate di festa saranno accompagnate dalla Sagra degli Umbrichelli fatti a mano (anche quest’anno dai capaci e instancabili volontari), da musica e buon vino.

 

 

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login