ll Wine show approda sul lago di Bolsena. Quando i vini incontrano cultura e natura

 

Il Wine show, l’evento che promuove oltre 700 etichette con un grande evento di degustazione in programma ogni anno ad Orvieto, sbarca sul lago di Bolsena. Ogni fine settimana, per tutta l’estate, sarà infatti possible conoscere ed apprezzare i vini dell’Umbria e della Tuscia con l’occasione di un’escursione in barca sul lago vulcanico più grande d’Europa.
Il programma prevede la partenza dal molo di Bolsena alle 17 e 30 e una degustazione di vini e prodotti tipici una volta gettata l’àncora di fronte all’isola Bisentina. I migliori vini del territorio e tutto il meglio dei prodotti tipici uniti al fascino e alla bellezza di una natura incontaminata. Non solo, il tour prevede anche la possibilità di compiere un viaggio indietro nel tempo, ripercorrendo la storia del lago, i suoi miti e le sue leggende. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra la casa editrice Intermedia Edizioni, Navigazione Alto Lazio ed il Wine show di Alberto Crispo.

L’idea è quella di proporre un abbinamento tra cultura, promozione dei prodotti enograstronomici di punta di Umbria e Lazio e divugazione turistica. Un mix di elementi diversi che sta già incontrando il gradimento di un pubblico numeroso ed attento a questi aspetti.
Wine Show propone ogni volta un’etichetta diversa, in un percorso enologico che intende far conoscere anche i produttori di nicchia di un territorio da sempre straordinariamente vocato al vino. In occasione dell’esordio del Tour del mistero, è stato proposto il Lacus, Orvieto Classico Superiore prodotto dalla cantina Podere Acquaccina di Luigi Celentano a Sugano.

Insieme a Claudio Lattanzi, autore di “Misteri, leggende e storia del lago di Bolsena”, ci sarà anche Massimigliano Bellacima, archeologo subacqueo a cui si devono molte delle recenti scoperte effettuate nelle profondità del lago, tra cui la grande piroga primitiva di 8 metri scoperta di fronte a Montefiascone e lasciata nel lago dopo essere stata adeguatamente protetta.

La vicenda sospesa tra storia e mito di Santa Cristina, le inspiegabili costruzioni megalitiche sotto il lago, il sinistro pozzo-prigione della Bisentina, la porta d’accesso al mondo parallelo di Agarthi, le leggende legate alla regina dei Goti Amalasunta relegata dal cugino -sposo nell’isola Martana, i resti dell’antico vulcano Vulsineo, gli animali e la flora del lago, la città scomparsa di Bisenzio, il villaggio palafitticolo primitivo. Sono questi solo alcuni dei temi che sarà possibile approfondire nel corso della piacevole, istruttiva e rilassante escursione.

Prenotazioni al numero: 320 678 7204. Costo del biglietto: 20 euro, bambini fino a dieci anni: riduzione della metà. Sconti per gruppi e comitive

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login