Servizi mirati al contrasto della microcriminalità, allontanati due mendicanti rumeni

Categoria: Archivio notizie,Cronaca,Secondarie

 

Alla luce delle recenti indicazioni emerse in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, del 12 giugno, presieduto dal Prefetto Angela Pagliuca presso la Sala Consiliare del Comune di Orvieto, il Questore di Terni, Carmine Belfiore, in considerazione del consueto aumento dei flussi turistici in città, ha disposto l’intensificazione di servizi di pattugliamento e monitoraggio anche per prevenire e reprimere l’accattonaggio molesto.

L’attività di controllo del territorio è stata incentrata soprattutto sulla zona che dalla stazione ferroviaria porta al centro storico, al fine di prevenire la commissione di reati ai danni di turisti, che attratti dalle bellezze artistiche locali, a causa della loro giustificata distrazione, sono facile preda di criminali. E’ in questo contesto che ieri è stato allontanato un cittadino rumeno, pregiudicato di 21 anni, proveniente da un campo nomadi di Roma, che chiedeva l’elemosina di fronte al Duomo.

L’uomo, seduto a terra, all’apparenza incapace di muovere gli arti inferiori, era stato redarguito da una commerciante perché molestava i clienti e i turisti con pressanti richieste di denaro. Il rumeno, per tutta risposta, l’ha minacciata e la donna ha chiamato la Polizia di Stato. Ed è stato proprio un agente del Commissariato di Pubblica Sicurezza a riconoscere l’uomo come quello che aveva controllato alcuni giorni prima, mentre girovagava in centro, con passo agile e sicuro. Al rumeno è stato notificato il Divieto di Ritorno nel Comune di Orvieto per tre anni, e la commerciante si è riservata di sporgere querela per le minacce subite.

Un altro Divieto di Ritorno è stato notificato ad una cittadina rumena, di 19 anni, anche questa proveniente da un campo nomadi, dopo che è stata fermata nei pressi di esercizi commerciali. Con una lunga lista di precedenti penali, in particolare furti in negozi e in luoghi di culto, e nessuno motivo per trovarsi in città, dove, a suo stesso dire, non conosce nessuno, è stata allontanata con il provvedimento del Questore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Devi essere registrato per inserire i commenti Login