I musicisti suonati Rimbamband chiuderanno la 13a edizione di Visioninmusica

Categoria: Archivio notizie,Cultura

TERNI – A conclusione della 13a edizione di Visioninmusica arrivano 5 personaggi in cerca d’autore e di se stessi, con le loro personalità agli antipodi, i loro caratteri così diversi, ma accomunati dal grande talento per la musica. Si tratta dei Rimbamband, suonatori-sognatori un po’ suonati che incantano, creano, emozionano, demistificano…giocano: in pratica dei “Rimbambini” cresciuti a pane, swing e fantasia.
Ospiti anche nell’edizione 2015 di Visioninmusica con unanimi consensi di pubblico e di critica, il gruppo – composto da Raffaello Tullo, Renato Ciardo, Nicolò Pantaleo, Vittorio Bruno e Francesco Pagliarulo – si esibirà sul palco del Centro Multimediale di Terni venerdi 21 aprile, alle ore 21, con un nuovo progetto ispirato al grande cinema di Hollywood, la Mecca dei sogni. “Note da Oscar” è il nuovo, folle, spregiudicato show nel quale gli estrosi personaggi sono alle prese con una visione deformante della realtà – tra cinema e magia – che fa ridere a crepapelle: «Non è la realtà che conta in un film, ma quello che l’immaginazione può fare», diceva il grande Charlie Chaplin e in questo grande luna park dell’immaginazione sognare ad occhi aperti è ancora possibile. Ogni rimbambino, infatti ha una sua funzione surreale ben definita: il capobanda è un intellettuale che ama il cinema senza preclusioni di genere, da Gene Kelly a Toy Story; il batterista è convinto si tratti di “one man show”, il suo; il contrabbassista è in evidente stato confusionale; il sassofonista è ossessionato dalla polka, dal tango, dalla mazurka e dal limbo;il pianista è docile, mansueto, timido, ma, quando vuole, sa anche essere un leone!
I cinque “suonattori”, in perenne disaccordo armonico, prenderanno per mano il pubblico per condurlo in un viaggio imprevedibile e dissacrante, un “road music movie” tra i generi cinematografici più disparati, dal western al cartoon, dal giallo alla commedia, mixandoli, frullandoli e distorcendoli con spregiudicata creatività. Un gioco perpetuo che, partendo dalle colonne sonore più famose, si nutre di straordinari virtuosismi, citazioni e un’enorme dose di fantasia.
Una proposta intelligente, dissacrante e allettante per concludere in bellezza una delle più originali e innovative rassegne musicali italiane.


Devi essere registrato per inserire i commenti Login