Una Zambelli Orvieto cinica e spietata passa a Montale Rangone

Categoria: Archivio notizie,Sport

 

EMILBRONZO 2000 MONTALE RANGONE – ZAMBELLI ORVIETO = 0-3

(23-25, 15-25, 22-25)

MONTALE RANGONE: Mascherini 11, Marc 9, Ferretti 7, Fronza 6, Mendola 5, Saccani 2, Scalabrini (L1), Castellani Tarabini, Fiorini (L2). N.E. – Del Romano, Sforza, Tassini, Balzani, Levoni. All. Marcello Mescoli e Marco Bellini.

ORVIETO: Guasti 16, Mezzasoma 14, Montani 13, Kotlar 10, Ubertini 6, Valpiani 1, Rumori (L1). N.E. – Donarelli, Vujevic, Deanesi, Ginnaneschi, Rocchi (L2). All. Matteo Solforati e Giuseppe Iannuzzi.

Arbitri: Paolo Libardi e Tiziana Solazzi.

EMILBRONZO (b.s. 2, v. 8, muri 7, errori 13).

ZAMBELLI (b.s. 7, v. 9, muri 7, errori 12).

MONTALE RANGONE (MO) – La Zambelli Orvieto fa in pieno il suo dovere nella trasferta della ventesima giornata di serie B1 femminile ritrovando la vetta della classifica in attesa dei posticipi domenicali. Le tigri gialloverdi hanno dovuto faticare in trasferta per avere ragione di una formazione assai competitiva e scesa in campo con la precisa intenzione di vendere cara la propria pelle.
In due dei tre set disputati la Emilbronzo 2000 Montale Rangone ha impegnato seriamente le avversarie che non si sono dovute distrarre per andare ad imporsi e conquistare l’intera posta. Davvero un bel risultato che rafforza la consapevolezza nei propri mezzi per le rupestri che mantengono l’andatura sostenuta in vista dei futuri e decisivi scontri al vertice.
Le ospiti iniziano malissimo, subendo tre ace e due muri (6-1), Montani e Guasti riescono a riportare a contatto le squadre ma tre errori consecutivi creano nuovamente un divario (14-10). Sono i colpi calibrati di Mascherini e Ferretti a mantenere il gap sino al 21-18, qui salgono in cattedra Kotlar e Mezzasoma che rovesciano e spingono sull’uno a zero.
Si riprende con Mezzasoma che non si ferma e prende in mano il pallino del gioco (3-10). Le padrone di casa sono in bambola e non riescono ad imbastire una reazione mentre Guasti è inarrestabile ed amplia il gap (7-18). Nel finale è Montani ad amministrare il vantaggio e trascinare sul due a zero. La terza frazione torna a registrare una falsa partenza con le emiliane che vanno avanti (5-1). Una tripletta di Montani seguita da una cinquina di Guasti ribaltano il punteggio (10-12). Dalla parte opposta è Ferretti a farsi vedere operando il sorpasso ma quattro punti di Mezzasoma mettono ancora la freccia (16-17). Continuano i cambi al comando che vedono le locali mettere il naso avanti sul 21-20, allo sprint sono le orvietane a trovare il colpo di reni che vale la vittoria. (Alberto Aglietti)


Devi essere registrato per inserire i commenti Login